Shkendija: intensità e ripartenze, ma la difesa e la mediana fanno acqua