Napoli primo nella “Controclassifica di Serie A”

Come sarebbe la classifica di Serie A se potessimo azzerare gli errori arbitrali mediante un plebiscito correzionale? A questa domanda ha risposto la pagina web sportiva di uno dei più noti social network. Non stiamo parlando di Facebook, ma bensì di Messanger, ovvero la più popolare chat peer to peer. La redazione sportiva di Msn, attraverso l’ausilio del “webvoto”, la raccolta delle votazioni esspresse dai propri utenti, ha “aggiornato”, per non dire rimodellato, i verdetti delle partite condite dagli episodi più discussi. I risultati naturalmente cambiano e di conseguenza anche la classifica, per l’appunto denominata “Controclassifica”.

Ai fini della compilazione la redazione di MSN Sport tiene conto dei verdetti delle moviole pubblicati sui principali quotidiani sportivi italiani. Vengono considerati gol sia il gol regolare, sia il rigore negato. L’impatto sul risultato delle partite di altri episodi determinanti come fuorigioco, mancate espulsioni ed altri episodi dubbi. Il tutto è stato valutato con precisione, riducendo al minimo il margine d’ errore.

Il leader di questa particolare classifica è il Napoli, il quale si troverebbe con 61 punti (uno meno rispetto ai punti effettivamente conquistati). Il dato significativo è che gli azzurri, in un mondo “senza errori” si troverebbero con sette punti di vantaggio dal Milan. Sono proprio i rossoneri ad avere la maggiore discrepanza con la realtà, perché accuserebbero un passivo di ben 9 punti. Invece la Fiorentina di Mihajlovic si troverebbe all’attivo 11 punti in punti, e dunque il suo piazzamento sarebbe stato il quarto posto, tra Inter (che pur perdendo 4 punti rimaneva appaiata al Milan) e l’Udinese. Il Palermo con il suo +7 si trovava al ridosso della zona Champion’s, mentre in fondo alla classifica qualcosa mutava: il Brescia si trovava con maggiorato di 7 punti ed il Cesena amministrava tre punti rispetto alle dirette avversarie.

Consulta qui la Controclassifica

Alessandro D’Auria

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy