Ibrahimovic: “Qui almeno altri tre anni”

Sento di aver trovato il mio posto, voglio continuare qui, ho ancora tre anni di contratto e spero di farli tutti in rossonero. Non ho nessun progetto di muovermi“. Risoluto, come sempre, Zlatan Ibrahimovic che a La Gazzetta dello Sport ribadisce, ancora una volta, la sua volontà di proseguire la sua carriera al Milan, a dispetto di chi lo vorrebbe già in volo verso Madrid nell’ambito di un maxidomino che vedrebbe Balotelli al Diavolo.

Un po’ raffreddato, sempre con la caviglia dolorante, risponde così a chi gli chiede se ha voglia di ritrovarci con Mourinho dopo gli anni interisti: “Non ho alcuna intenzione di cambiare club. Cambiare ruba tanta energia e poi ci vuole tempo per entrare in un gruppo, trovare il proprio ruolo, il ritmo per dare il meglio e un posto in cui vivere“. Sul suo impiego in Nazionale contro la Finlandia: “Vedremo, bisogna valutare le mie condizioni prima della partita“.

LEGGI ANCHE:  Una stagione che passa dagli ultimi 90 minuti: tutto o niente

C’è anche spazio per dare un giudizio sul nuovo terremoto del Calcioscommesse che sta colpendo il calcio italiano: “Ho visto sui giornali, ho letto che si parlava anche del mio autogol (Milan-Chievo 3-1 del 16 ottobre, ndr). Non so niente di queste cose e non posso dire niente. In Italia ogni tanto succede, è successo anche cinque anni fa con la Juve… Dispiace perché ogni giorno vado ad allenarmi, con i miei compagni, siamo là a lottare, a fare il nostro meglio. E allora spero e credo che non sia vero“.