Aquilani, destination unknown. Ma…

Le dichiarazioni dell’agente di Alberto Aquilani, Franco Zavaglia riaprono in parte la pista rossonera all’ex juventino: “Aquilani voleva rimanere in Italia, ora non ci sono le condizioni per tornarci, ma il mercato è spesso imprevedibile…“. Sono comunque tempi duri per il centrocampista: dopo aver disputato una stagione altalenante con la Juventus, la società ha deciso di non riscattarlo per dare spazio al neo acquisto Pirlo.

Una formula per farlo tornare in Italia e più precisamente al Milan sarebbe quella del prestito con diritto di riscatto, un innesto di qualità a costo zero. Aquilani è spesso definito come un grande incompiuto: perché non puntare su di lui per ringiovanire la regia rossonera e, chissà, per dare quel ricambio di cui necessita Van Bommel? Il grande dubbio, oltre al possibile rendimento del giocatore, è la situazione del Liverpool, dato che la nuova dirigenza deve decidere il futuro di diversi giocatori tra cui anche l’italiano.

Il nome di Aquilani rientra a pieno nel progetto di ringiovanimento milanista, è un giocatore dalla qualità indiscussa e con un prezzo limitato (l’eventuale riscatto non supererebbe i 12 milioni), ma, sia chiaro, non è certo un giocatore che al momento possa fare il salto di qualità al club di via Turati. La società milanista sarà in grado di tentare l’ennesima scommessa? Deve essere chiaro come un eventuale acquisto del giocatore dei Reds non precluda l’acquisto di Mister X.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy