Kingsley Boateng, il piccolo principe

Sta spopolando a Milanello la mania Boateng, dopo il successo di Prince ora c’è anche Kingsley. Il ghanese classe 1994, sta attirando molti consensi presso Massimiliano Allegri e Mauro Tassotti, la loro speranza è quella che il giovane attaccante ripeta le buone prove nel precampionato anche con la prima squadra come è successo l’anno scorso a Rodney Strasser e Alexander Merkel.

La sua prestanza fisica ha colpito tutti, se non dovesse arrivare il vice Ibra tanto attesso, ci si potrebbe accontentare anche di Boateng junior, la società è decisa a tenerlo con se e non darlo via in prestito o in comproprietà nonostante ci siano già delle offerte anche da qualche club di serie A.

LEGGI ANCHE:  Zaccheroni esalta il Milan: “È l’unico in Europa a farlo!”

L’attaccante oltre alla partita contro il Malmo ha mostrato le sue doti anche nel derby nel trofeo Tim dove ha messo in difficoltà addirittura Javier Zanetti e dove solo una grande parata di Castellazzi gli ha negato la gioia del gol. Il giocatore è ancora un po’ acerbo ma è chiaro che giocare fianco a fianco con giocatori come Ibrahimovic, Pato e con un mostro sacro come Inzaghi può solo far maturare le sue doti da bomber.