Un’ora alla fine: il “colpo” è lui?

Rimandati a gennaio eventuali sogni di gloria, a meno di colpi clamorosi in quest’ultima ora, non ci resta che valorizzare chi già c’è, chi rende nutrito questo gruppo e chi, a maggior ragione, se ne sarebbe potuto andare ma, alla fine, ha scelto di sposare la causa rossonera in toto. Pur a suo modo…

Durante l’allenamento di martedì, Cassano aveva fatto una scenata delle sue a Venturati, preparatore atletico della nazionale di Prandelli improvvisatosi per l’occasione guardalinee, reo di aver convalidato un gol irregolare a Gilardino. I media avevano subito etichettato il gesto come ennesima cassanata ma oggi il buon Antonio ha ben pensato di stemperare gli animi ridimensionando l’accaduto con una trovata delle sue.

LEGGI ANCHE:  Milan-Origi, tutto fatto! Svelata la data delle visite mediche

Questa mattina infatti, nel ritiro di Coverciano il barese a favore di telecamere e fotografi ha prima preso da parte Venturati dicendo: “Vieni qui abbracciamoci davanti a tutti” poi, non contento, ha deciso di inginocchiarsi sotto gli occhi di Prandelli e di tutti i suoi compagni. Un coup de theatre questo atto sia a dimostrare l’affiatamento con la maglia azzurra sia a sottolineare un pizzico di maturità in più.

Dopo lo show però si fa sul serio visto che il numero 99 è chiamato a grandi prestazioni sul campo prima in azzurro il 2 settembre a Torshavn e il 6 settembre a Firenze poi in rossonero nell’anticipo di venerdì contro la Lazio.