Merkel, ritorno rimandato?

Mancano pochi giorni all’apertura del mercato di riparazione di gennaio e le attenzioni in casa Milan sono catalizzate sull’acquisto di Carlitos Tevez. L’ingaggio dell’Apache, qualora l’affare andasse in porto, rappresenterebbe senz’altro un grandissimo colpo messo a segno dalla dirigenza rossonera, ma potrebbe non essere l’unico rinforzo in arrivo.

Oltre all’attacco, infatti, il reparto che più di altri richiede preziosi innesti è il centrocampo: tanti i nomi dei possibili candidati, e tra tutti anche quello di Alexander Merkel. Inserito quest’estate nella trattativa per portare il giovane attaccante El-Shaarawy in rossonero, Merkel al Genoa ha già collezionato 11 presenze, mettendosi in evidenza per le sue grandi qualità. Nelle ultime settimane si era ipotizzato un nuovo possibile scambio tra i due talenti classe ’92, un ipotesi sfumata ben presto in seguito alle parole del Presidente del Genoa Preziosi: “Merkel a gennaio non si muoverà“. Posizione confermata anche dallo stesso procuratore del giocatore, Oscar Damiani, a IlSussidiario.net: “Il Genoa non si priverà del giocatore a gennaio. Per un giovane come lui è importante giocare con continuità per questo penso che giocherà ancora con la maglia del Genoa”.

E sulle qualità del suo assistito, Damiani non ha dubbi: “Sta sicuramente mostrando le grandi qualità che si erano già viste nel Milan. Ha solo 19 anni ma ha già esperienza ed è stato convocato dalla Nazionale Under 20 della Germania. Conosco bene Merkel, so che ha qualità importanti, non sono sorpreso e anzi sono sicuro che diventerà un grandissimo calciatore“. Nessun ritorno al Milan a gennaio, dunque, per il centrocampista kazako-tedesco. Il suo rientro a Milanello, tuttavia, potrebbe essere solamente rimandato a fine stagione, quando molti senatori saranno in scadenza di contratto, e per il centrocampo rossonero serviranno forze giovani e fresche. E di qualità.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI