Incrollabili

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Duri, granitici, semplicemente affidabili gli undici (dodici con Robinho, pardon) schierati da Massimiliano Allegri in un pomeriggio bergamasco che avrebbe potuto riservare qualche sorpresa negativa: reduci da Dubai, con qualche assenza importante (vedi le fasce) e con il peso di dover tenere il passo della Juventus che non ti aspetti. E invece nessun problema: decima vittoria consecutiva nelle ultime dodici uscite, centrocampo rigenerato e guidato da un finalmente apprezzabile Van Bommel e la coppia più bella del mondo Thiago-Ibra in versione platino.

Certo, diranno in molti, senza il rigore l'”Atleti Azzurri” avrebbe probabilmente raccontato un’altra storia, ma la veemente reazione del Conte (e qui è proprio il caso di dirlo) Max nei confronti dell’ex arbitro Gianluca Paparesta su Premium Calcio alla messa in dubbio del penalty dello 0-1 spiega, implicitamente, la forza sinergica, quanta convinzione e quanta consapevolezza ci siano dietro il progetto Milan. E vedere un Max così, credetemi, non può che farci dormire sogni tranquilli. Siamo sicuri che per il livornese doc sia così difficile tenere a freno gente come Ibrahimovic (e Tevez?) o forse dobbiamo cominciare a preoccuparci del contrario?

Ecco perché la parola di oggi è “incrollabili”: perché il vero Milan è quello di oggi, magari non spumeggiante come si vorrebbe ma incredibilmente arcigno, un fortino molto, molto complesso da espugnare. Una macchina guidata magistralmente dai numeri 11 e 33, ma che può contare anche sull’indispensabile apporto dei numeri 27 e 22, di un ringalluzzito 4 e di un promettente 5, di un 70 pur sempre a tratti e di un 32 che non può permettersi cali di tensione. Resta poi quel 7 lì, un’incognita ormai assodata. La certezza del dubbio. Che fare?

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook