Ricorso Ibra, nessuno sconto: confermate le 3 giornate. Il Milan protesta: “Grave errore giuridico”

Giovedì di attesa, di decisioni e di speranze in casa Milan. Nel pomeriggio, infatti, si attendeva l’esito della Corte di Giustizia Federale sul ricorso presentato dai rossoneri, nella persona di Leandro Cantamessa, sulla sanzione di 3 giornate comminata a Zlatan Ibrahimovic  per la reazione scomposta ai danni di Aronica nel corso di Milan – Napoli dello scorso 5 febbraio. Un cartellino rosso che ha fatto molto discutere e che non fermerà le polemiche, qualunque decisione venga presa oggi, perché sabato sera a San Siro arriva la Juventus in un match dal sapore di scudetto e la presenza o meno di Ibra non è certo un dettaglio…

LEGGI ANCHE:  Pessina polemico: “Non capisco come si fa a non fischiare fallo!”

E la decisione è arrivata poco dopo le 17: nessuno sconto, confermate le 3 giornate di squalifica ad Ibrahimovic che quindi salterà la Juventus. Non sono servite le parole e le speranze di Cantamessa, i rossoneri sabato sera non potranno disporre dello svedese.

Una decisione che al Milan non piace come dimostra il comunicato apparso sul sito rossonero in questi istanti: COMUNICATO UFFICIALELa decisione della Corte di Giustizia Federale è ingiusta, perché ha applicato una sanzione destinata agli atti violenti, ad un atto che violento non è stato. È un grave errore giuridico.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI