Primavera, l'arma di Calvano: "Sempre umili"

Primavera, l’arma di Calvano: “Sempre umili”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Un solo punto. E’ quanto basterà sabato prossimo alla Primavera rossonera per conquistare aritmeticamente l’accesso alle Final Eight di Gubbio, l’ultimo atto della stagione. Con un pareggio a Cittadella, nell’ultima giornata del Girone B, il Milan eviterà il passaggio dai play-off e potrà prepararsi con la necessaria concentrazione alle sfide decisive per lo scudetto 2011/2012.

Sabato scorso al Vismara, contro il Varese, è stata probabilmente la sfida più emozionante: un 2-0 maturato in inferiorità numerica per oltre un’ora. Insomma, si è trattato di un passaggio cruciale. Ne è consapevole Simone Calvano, che oggi si è concesso ai microfoni della web tv ufficiale Milan time: “Contro il Varese c’era una carica maggiore perché era uno scontro diretto. Siamo stati bravissimi a fare subito il gol e a trovare il raddoppio. Anche il fatto di giocare in dieci dopo l’espulsione di Rodrigo Ely ci ha caricati e abbiamo capito che se non ci fossimo sacrificati sarebbe finita male”.

Le partite più delicate arriveranno in Umbria. E l’obiettivo del titolo nazionale è nel mirino dei giovani di Aldo Dolcetti: “E’ stata comunque una bella stagione perché siamo stati sempre umili e abbiamo cercato ogni volta di recuperare i nostri errori. Ci rimane il campionato e l’affronteremo nel migliore dei modi”.

La stagione di Calvano è stata sicuramente positiva, coronate dal debutto con la Prima Squadra lo scorso 26 gennaio nella gara dei quarti di finale di Coppa Italia contro la Lazio, vinta dai rossoneri 3-1 dai rossoneri. Ora si pensa a chiudere bene con la Primavera, poi si vedrà.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy