Gabriel, debutto da grande con i giovani

La Primavera che non prende gol contro un Brescia che, nonostante il risultato di 4-0 per i rossoneri, arriva spesso alla conclusione pericolosa deve molto all’esperienza del suo estremo difensore. Con Narduzzo, portiere titolare e classe ’93, aggregato a Mister Allegri come terzo portiere, a guidare il reparto arretrato c’è Gabriel, stellina brasiliana portata a Milano da Ariedo Braida.

Proprio il dg rossonero, nel corso dell’intervallo, in esclusiva per SpazioMilan ha voluto così commentare la situazione dell’ex Corinthias: “Ha bisogno di crescere, naturalmente aiutandosi con la qualità dei nostri maestri. Ha tutto: coraggio, struttura fisica, capacità di coprire bene la porta. Non si possono non intravedere grandi prospettive per lui, anche perché ha personalità e non può che fargli bene giocare. In prima squadra, ovviamente, ora non c’è spazio per lui, ma questa collaborazione con la Primavera gli gioverà.

Promosso quindi a pieni voti il portierino che è si è distinto per uscite pulite e interventi puntuali. Spettacolare la parata arrivata al 34’ del primo tempo con Gabriel che ha dato prova delle sue enormi qualità andando a deviare in angolo una palla pericolosissima. Importanti anche i suoi rilanci precisi e il modo in cui guida la difesa. Se per la prima squadra c’è tempo, la differenza in Primavera si fa sentire.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy