SM RELIVE/ Milan-Fujitsu, Baresi: “In Giappone siamo di moda. Date tempo alle giuste idee di Seedorf. Rami ha qualità. Mexes e Balo…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dalla nostra inviata a Milanello (VA), Giulia Cannarella

A Milanello, Milan e Fujitsu (azienda giapponese con sede a Tokyo e Kawasaki, è uno dei maggiori fornitori mondiali di prodotti e soluzioni per l’information technology – dai personal computer, midrange, grandi server e sistemi di storage, fino ai software ed alle soluzioni. Fujitsu è altresì leader mondiale nello sviluppo e costruzione di semiconduttori e altri apparati elettronici quali monitor al plasma, LCD, proiettori ed è una delle aziende leader nel settore dei condizionatori d’aria, sia residenziali che industriali), presentano una nuova partnership commerciale alla presenza di Massimo Signor (direttore generale Fujitsu), Mauro Tavola (direttore vendite A.C. Milan) e Franco Baresi (direzione commerciale A.C. Milan).

RILEGGI LA CONFERENZA IN DIRETTA

– Così, invece, Baresi a Milan Channel: “Il Milan in Giappone è famosissimo, abbiamo vissuto tanti momenti felici della nostra storia, l’ultimo nel 2007: speriamo che questa partnership possa giovare sia noi che a Fujitsu. In Giappone abbiamo un grande immagine ed un sacco di tifosi. In questo ambito è fondamentale avere in rosa giocatori di spessore internazionale, adesso c’è anche Honda che ci migliorerà tantissimo e ci permetterà di espanderci ancora di più verso l’Oriente. Seedorf ora è concentrato a provare a mettere in pratica la sua filosofia, diamogli tempo. Rami e Taarabt possono dare una grossa mano, il Milan è una grande squadra e sono necessari giocatori di personalità. Taarabt si è presentato bene, fare così bene al San Paolo non è facile: speriamo possa dimostrarsi importante”.

– Queste le dichiarazioni rilasciate da Baresi, a margine della conferenza: “Con il Giappone abbiamo un rapporto lungo e importante che continua a rafforzarsi. Le Vecchie Glorie torneranno presto di nuovo in campo, abbiamo molte richieste e sempre tanto entusiasmo e facciamo anche del bene raccogliendo fondi per beneficienza. Se siamo liberi? Sì, ma adesso dobbiano stare vicino alla squadra e mostrare il nostro supporto. Aspettiamo e speriamo che il gioco spettacolo del Milan, che diverte e appassiona le gente, si veda presto e porti risultati. Rami? Ha dimostrato qualità, ma deve ancora migliorare. Essien e Taarabt? Non è stato un esordio semplice, ma soprattutto Taraabt si è comportato bene: adesso vedremo nelle prossime gare“.

E ancora: “Fascia di capitano a Mexes? Credo non sia giusto fare questo discorso, è una scelta e va rispettata. Non sono in campo e non posso dire se sia o meno difficile difendere con questo nuovo modulo, ma si deve aver fiducia e dare tempo. Balotelli? Ha mostrato un’emozione umana e dopo una settimana piena ha visto che in campo non riusciva a dare quello che voleva e ha reagito cosí. Ma va lasciato tranquillo e sereno“.

12.40 – La conferenza stampa è terminata.

Baresi su Seedorf: “Credo che questo sia un anno particolare, abbiamo avuto un inizio difficile e la società ad un certo punto ha dovuto camminare per dare una sferzata e nuovo entusiasmo. Il Milan non merita questa classifica. Per Seedorf dobbiamo avere pazienza e aspettare che possa sviluppare le sue idee e la sua strategia. Abbiamo un traguardo importante da non sottovalutare che è la Champions e poi vedere di ripartire dal prossimo anno. La società si muoverà per rendere più competitiva la rosa“.

I ricordi di Baresi: “Mi ricordo la mia prima volta in Giappone nell’89, per la prima Coppa intercontinentale, ma non ci rendevamo amcora conto di quello che stavamo creando come basi per il futuro e il legame tra Milan e Giappone. Ma l’affetto è ancora tanto“.

Tavola sul brand Milan: “Avere giocatori di livello mondiale come Honda e Kakà ovviamente aiuta dal punto di vista del marketing e della sponsorizzazione, non solo per la squadra“.

Tavola sul contratto con Fujitsu: “Contratto di tre anni. Siamo partiti a novembre e adesso avremo tempo per conoscerci. Le affinità tra il brand Milan e quello Fujitsu sono tanti anche loro hanno vinto diversi riconoscimenti e il Milan ha avuto dei buoni anni da questo punto di vista“.

Massimo Signor, onorato…: “Facile scegliere il Milan come partner per la visibilità del brand, non solo in Italia ma anche all’estero: fascia alta di mercato con una visione internazionale, conosciuto come top di gamma per i condizionatori. E alla ricarca della qualità e all’aspetto ecologico“.

Mauro Tavola e la storia: “Quello del Milan è un marchio internazionale ed è giusto che si guardi ad un mercato internazionale ed al Giappone. Adesso abbiamo un rappresentante come Honda e speriamo che non sia l’ultimo giocatore di questo paese che arrivi al Milan“.

Franco Baresi dà il benvenuto: “Sono onorato di essere volto di questo marchio. Con il Giappone abbiamo una grande immagine e abbiamo bellissimi ricordi. Siamo molto conosciuti e siamo tornati da poco con Milan Glorie, dove ci hanno accolto ancora con tanto entusiasmo“.

12.18 – Inizia la conferenza