CALCIOMERCATO/ Milan, brusco stop per Criscito. Ora si torna su Romulo: scambio con Saponara?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La trattativa non si sbloccherà, André Villas Boas vuole trattenere Domenico: è uno dei punti di forza dello Zenit, quindi non ci sono i presupposti”. Le parole di Andrea D’Amico, agente di Criscito, riferite da Tuttosport, hanno il sapore amaro di una rinuncia quasi definitiva. Il terzino azzurro, a questo punto, non si muoverà dalla Russia nonostante i suoi desideri di tornare in Italia, direzione Milan.

Storia di un affare mai approfondito. I rossoneri non hanno mai spinto seriamente per il giocatore, l’unica proposta ufficiale è stato lo scambio con Mexes o Zapata, respinta con forza al mittente. 12 milioni il prezzo stanziato dallo Zenit, 3 milioni netti l’ingaggio del ragazzo: nonostante la volontà di abbassare le sue pretese pur di vestire la maglia del Milan, le distanze economiche in ballo rimanevano profonde. Criscito si allontana sensibilmente, ma al tempo stesso la società di via Aldo Rossi 8 non sta certo a guardare: sono ripresi, sempre secondo Tuttosport, i contatti con Romulo del Verona. Anche in questo caso il valore del jolly 27enne spaventa: almeno 8 milioni. Il Diavolo ci sta pensando, ad Inzaghi piace molto e i rapporti con Sean Sogliano sono impeccabili.

Per arrivare a Romulo, attenzione, Saponara potrebbe servire come contropartita da proporre ai veneti. Ipotesi parecchio fantasiosa, Inzaghi vuole valorizzarlo, ma forse è l’unico modo per abbassare le pretese dell’Hellas ed arrivare al terzino di fascia voluto.