Filippo Galli: "Stiamo giocando bene. Tra Inzaghi e Brocchi c'è un rapporto stretto"

Filippo Galli: “Stiamo giocando bene. Tra Inzaghi e Brocchi c’è un rapporto stretto”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Filippo Galli, responsabile del settore giovanile rossonero, è presente al Vismara per la sfida tra Milan e Pescara. L’ex difensore rossonero ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di RaiSport. Sulla partita di oggi: “Il Pescara ha iniziato forte, ma la squadra mi è piaciuta, sa rischiare. Per giocare al calcio bisogna rischiare la giocata. Questo è quello che noi vogliamo proporre, e mister Brocchi e gli altri allenatore del settore giovanile ci stanno seguendo. Dobbiamo far giocare i giovani per farli maturare presto. Donnarumma è un ’99, ma è un bravissimo giocatore, ed è giusto che giochi con la Primavera. Non bisogna però caricarlo con eccessive pressioni. Locatelli in panchina? È uno dei nostri punti di forza, è reduce da un infortunio, è un problema fisico, non tecnico“.

Ancora Galli sul rapporto tra Brocchi e Inzaghi: “Con Inzaghi c’è un rapporto diretto, quasi quotidiano. Ci si sente, ci si ascolta. C’è una amicizia particolare tra i due, ma la linea societaria è quella di far parlare tra di loro i nostri tecnici. Per giocare un calcio offensivo, comandato, che veda il nostro possesso palla, i due esterni bassi devono stare molto alti. Il centrocampista basso, così, può scendere basso. Non sempre, se no si regalano tre giocatori in fase offensiva”.

Infine sul prossimo derby Primavera: “Abbiamo deciso di comune accordo di spostare la partita di domenica, per via dei numerosi impegni delle nazionali giovanili. Prima però c’è l’Atalanta e, soprattutto, il secondo tempo di questa partita. Siamo 3 a 0, ma noi milanista sappiamo che non è mai finita…“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy