Vice-Abate, candidature in rialzo. Ma non sarebbe più semplice…

Fabrizio Villa collabora con SpazioMilan.it da settembre 2011, dopo esser stato realizzatore nel 2010 per Sky Sport. E’ opinionista a “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel palinsesto pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

A nove giorni dal derby, al di là della tensione intrinseca della stracittadina, ciò che sta togliendo il sonno ad Inzaghi è sicuramente la questione infortunati. In fortissimo dubbio ad oggi restano Nigel De Jong ed Ignazio Abate; i più continui, i più determinati di quest’inizio stagione.

Il problema dell’olandese è di natura muscolare. Un tentativo di recupero si potrà abbozzare e sarà anche più semplice da monitorare, vista la patologia. Si conta sulla sua straordinaria volontà, la stessa che gli ha permesso di rientrare in tempi record durante il mondiale brasiliano. Day by day scopriremo se Hard and Strong potrà esser o meno della partita.

Più invalidante invece la tendinopatia di Abate. Igna ha già saltato la trasferta coi blucerchiati per l’infiammazione al tendine d’Achille e le possibilità che possa scendere in campo domenica prossima, sono pressoché nulle. La sua assenza sta generando ansie di non poco conto all’interno dello staff di SuperPippo. Siamo vicini al caos tecnico. Come se a Milanello avessero organizzato un casting per trovarne il sostituto.

Bonera che con difficoltà ha coperto il ruolo di terzino a Genova, contro l’Inter non potrà esserci a causa dalla squalifica maturata grazie alla doppia ammonizione di Marassi. Naturale sarebbe schierare Armero a sinistra con De Sciglio sulla destra, ma pare che il colombiano non venga, a priori, misteriosamente considerato. Il favorito resta Andrea Poli con un outsider dell’ultimo minuto a sorpresa, rappresentato da Essien.

Se il ballottaggio fosse davvero Poli-Essien, sarebbe impossibile insabbiare ancora il caso Armero e risulterebbe inoltre inutile la presenza in rosa di Zaccardo ed Albertazzi. Perché aver a libro paga due difensori che per aver la chance di essere chiamati in causa, dovrebbero attendere l’indisponibilità di tutta la difesa e metà dei mediani?

Che il roster non fosse equilibrato era noto da mesi. Complicarsi l’esistenza in questo modo però sembra davvero eccessivo. Il calcio è più semplice di così.

Twitter: @fabryvilla84

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy