Sei qui: Home » Copertina » Zaccardo: “Dobbiamo muoverci, ma nulla ancora di compromesso. Palermo? Facciamo il Milan”

Zaccardo: “Dobbiamo muoverci, ma nulla ancora di compromesso. Palermo? Facciamo il Milan”

Queste le dichiarazioni rilasciate da Cristian Zaccardo a Milan Channel, da Milanello.

Sulla sua svolta social: “Ero su Twitter fino a due anni fa, poi mi sono tolto ma adesso sono tornato per dare un servizio e mettermi in mostra a tutti, in Italia e nel mondo. Ho uno staff dietro che mi dà una mano perché per noi è meglio pensare al campo, però quando avrò tempo condividerò volentieri curiosità e gossip. In campo veniamo ripresi in tutti i momenti, spero che qualche mio aneddoto fuori dal campo possa fare piacere. Sul mio nuovo sito internet non manca niente: foto, video, gol“.

Sull’infortunio: “Fortunatamente sto recuperando. Ho avuto un problema noioso alla schiena e ho voluto forzare dopo la partita contro la Juve perché stavo bene e avevo iniziato a giocare, ma purtroppo ho subito un’infiammazione. Presto sarò a disposizione, con la Samp o al massimo nel derby. Sfortuna? Il calcio è così, prima del Parma stavo sempre fuori ma poi ho giocato al posto di Abate quando si è fatto male. Ora è successo a me e posso solo lavorare per ritrovare forma e condizione, dando una mano alla squadra“.

LEGGI ANCHE:  Kessiè può liberarsi dal Barcellona, spunta l'incredibile retroscena sulla clausola

Sul Palermo: “Una partita difficile come tutte, lo stadio lo conosco bene perché ci sono stato per 4 anni. Loro prima erano più in forma, adesso sono meno in palla: speriamo di raggiungere la continuità di risultati che ci manca, la sta avendo la Lazio e noi non siamo inferiori alla Lazio. Alla fine dell’anno scorso con Seedorf siamo stati continui. Il calendario non è semplice, dipenderà tutto da noi: se giocheremo da Milan non dovrebbero esserci problemi. A Palermo è complicato esprimersi: quando c’ero io il Barbera ti dava carica e ti metteva pressione, ora meno“.

Sulla squadra: “La crescita c’è stata, anche se per parlare di crescita bisogna vincere più gare di fila. Siamo sempre qui a rimandare, a dire ‘faremo’: mancano i fatti. Dobbiamo farli, mancano tante sfide e non è ancora compromesso niente anche se quelle davanti in classifica vanno forte. Serve essere fiduciosi, nonostante i tifosi siano rammaricati: sta a noi dimostrare di meritarci il Milan anche in futuro“.