La nuova idea di Berlusconi: Milan a Donadoni se Ancelotti dice no

Nonostante le voci su un possibile rinvio dell’operazione alla cervicale, quindi della risposta al Milan, Ancelotti entro domani deciderà se accettare o meno l’offerta presentata da Adriano Galliani a Madrid la scorsa settimana: budget di 120 milioni per il mercato e ingaggio triennale da 4 milioni a stagione. L’ex Real Madrid potrebbe tornare a Milanello dopo sei anni in giro per l’Europa, così vuole Silvio Berlusconi, ma l’affare resta molto difficile.

E allora la lista delle alternative sta prendendo sempre più importanze. E aggiungendo più nomi. Sì perché il “nuovo” di giornata è quello di Roberto Donadoni (51 anni), rivela stamane La Gazzetta dello Sport. L’ex giocatore rossonero (dal 1986 al 1996 e dal 1997 al 1999), nonostante la stagione travagliata del Parma, ha dimostrato tutte le sue qualità tecniche e soprattutto morali. Donadoni al posto di Inzaghi, verso l’esonero: questa l’ultima idea del Diavolo, solo se Ancelotti dovesse arrivare un “no”. Ecco perché al momento lo scenario resta debole, nel caso da approfondire nel caso più avanti.

LEGGI ANCHE:  La stoccata di Kaká a Leao: “Non considero il calcio italiano di passaggio”!

Sullo sfondo rimangono validi i profili di Brocchi, Emery (piace pure al Napoli), Mihajlovic (ieri ha detto addio alla Sampdoria), Conte e Montella (entrambi distanti). Riflessioni e attesa, prima delle grandi manovre.

Sei qui: Home » Copertina » La nuova idea di Berlusconi: Milan a Donadoni se Ancelotti dice no