Calabria, tra la morsa di De Sci e Abate… Non è meglio un prestito?

Arianna Sironi è nello staff di SpazioMilan.it dalla sua nascita, l’8 marzo 2011, ed è una delle prime firme del sito. Ha condotto con il vicedirettore Daniele Mariani “Milan Time”, un’ora di notizie rossonere nel pomeridiano di Radio Milan Inter (96.1 FM e canale 288 del DTT).

Un pre campionato al top, dove è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante, potrebbe non bastare per essere presente con costanza durante la stagione. Davide Calabria, è l’ultima perla del settore giovanile rossonero e a 19 anni ha il diritto e il dovere di crescere senza pressioni. Fin ora il peso della maglia, sembra non aver scalfito la sua serenità, ma a mettergli il bastone tra le ruote ci ha pensato un problema all’adduttore che lo ha costretto alla tribuna nel trofeo TIM e alla prima ufficiale contro il Perugia in Coppa Italia.

Nel frattempo sono tornati sia Mattia De Sciglio che Ignazio Abate. Il grattacapo per Sinisa Mihajlovic, che sembra aver risolto il solito dilemma su De Sciglio utilizzandolo come terzino destro, si amplifica con la presenza di Calabria e le competizioni europee, purtroppo, ancora lontane almeno per un anno. Tre uomini per un posto, non sono troppi? A farne le spese potrebbe essere chi ha meno esperienza, ovvero il classe ’96 promosso dalla Primavera alla Prima Squadra in estate.

Il suo agente, Oscar Damiani, qualche giorno fa: “C’erano varie proposte da realtà di Serie B ma il Milan ha deciso di puntare su di lui, sono convinti che avere un giovane in difesa sia importante. Abbiamo avallato tale scelta perché lavorare con giocatori ed allenatori di spessore può essere un fattore di crescita. Non sarà facile trovare spazio ma con Mihajlovic può migliorare, poi a gennaio e a fine stagione faremo le nostre valutazioni. Il bilancio di questo precampionato è positivo“. Sicuri sia la mossa giusta per crescere col giusto ritmo?

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy