Mihaijlovic trova un attaccante in casa: Cerci è pronto a riscattarsi

Da possibile partente a confermatissimo in rosa. La storia estiva di Alessio Cerci pare concludersi con dolci tinte rossonere. Il lieto fine arriva grazie a due motivi. Prima di tutto l’infortunio di M’Baye Niang: non è giusto approfittare di un problema di un compagno di squadra ma anche questo nel calcio è utile per scalare le gerarchie, infatti, l’assenza del francese fa rientrare Cerci tra i giocatori con più possibilità di vedere il campo. Secondo poi, le buone prestazioni mostrate in campo in queste prime amichevoli, che hanno dato a Mihaijlovic la certezza di voler tenere il giocatore in prestito dall’Atletico Madrid per un altra stagione.

Il modulo di gioco che dapprima sembrava la vera causa dell’allontanamento di Cerci dalla maglia rossonera, appare ora un fedele aiutante, all’interno del quale Alessio si inserisce bene: è lui, infatti la prima riserva di Bacca e Luiz Adriano. L’esterno offensivo di Velletri potrebbe agire da seconda punta dietro di uno dei due nuovi acquisti con la libertà di spaziare su entrambe le fasce: un po’ ciò che faceva a torino dietro le spalle di Ciro Immobile. Schema che ha già nelle sue corde, insomma.

Tuttavia il mercato non tace del tutto. Sicuramente escluso il ritorno in Spagna all’Atletico. Alla finestra di Adriano Galliani continua a bussare l’amico Preziosi che vorrebbe Cerci in rossoblu al Genoa. Il giocatore non è ben disposto a lasciare Milano ora che può avere il giusto spazio in un ruolo dove ha dimostrato di saperci fare a Torino. Per questi motivi il Milan potrebbe aver trovato un nuovo acquisto in attacco proprio in casa, senza spendere e spandere più del dovuto.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy