Mr. Bee, nessuna penale: tornerà a Milano per il derby. Berlusconi firma e rimane padrone, ma…

Mr. Bee diventerà padrone del 48% del Milan. Il momento è storico, unico, come la firma sul preliminare di compravendita, sua e di Silvio Berlusconi, arrivata sabato notte in Sardegna. La scadenza del closing finale è fissata al 30 settembre, termine ultimo per far arrivare a Fininvest i famosi 480 milioni di euro e cet+ificare l’ingresso in società del broker di Bangkok.

Nel pre-accordo, svela stamane il Corriere della Sera, non è più prevista nessuna penale da versare nel caso in cui una delle due parti non rispetti il patto: dettaglio fondamentale che testimonia la grande fiducia instauratasi in questo periodo fra il presidente rossonero e l’uomo di affari thailandese. Lui ha messo nero su bianco l’intesa di massima, insieme all’AD Fininvest Pasquale Cannatelli, con l’approvazione di ogni componente presente sul posto e impegnata da mesi nella trattativa. Adesso l’obiettivo è molto semplice: valorizzare e commercializzare il brand Milan in Oriente per aumentare così i ricavi ed avere nuove risorse necessarie per riportare in alto il Diavolo. Taechaubol dovrebbe tornare a Milano in occasione del suo 40esimo compleanno, il 12 settembre: proprio alla vigilia del derby.

La società di via Aldo Rossi subirà degli importanti cambiamenti: Berlusconi rimarrà il numero uno e Mr. Bee ricoprirà la carica di vicepresidente, mentre a Barbara e Adriano Galliani verrò aggiunto un terzo amministratore delegato scelto dal broker. Infine il CdA sarà composto da 6 consiglieri Fininvest, 5 uomini di fiducia del socio di minoranza e 2 indipendenti.