Al Milan rimane solo la Coppa Italia, la Primavera supera di misura il Sassuolo. La cessione…

BORSINO-1024x561
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Con la grande parata sulla punizione di Bonaventura, si chiude un altro deludente campionato rossonero. Il Sassuolo ha battuto l’Inter al Mapei Stadium per 3-1, la Roma ha battuto il Milan a San Siro con lo stesso risultato. I giallorossi hanno fatto la partita, accelerando, segnando a piacimento e regalando il sesto posto in  classifica agli emiliani. Ora la squadra di Cristian Brocchi, per guadagnarsi un posto in Europa League, deve per forza vincere contro la Juventus e aggiudicarsi la Coppa Italia. La partita è iniziata subito male per il Diavolo che va sotto grazie alla rete di Salah al 19°. Gli uomini di Spalletti raddoppiano con El Shaarawy al 59° e chiudono definitivamente il match con Emerson Palmieri al 82°. Il gol di Bacca all’86° aumenta solo le statistiche personali del bomber colombiano, ma è inutile ai fini del risultato. IN RIBASSO

Le lacrime di Abbiati, all’addio dopo quindici stagioni a Milano, riaccendono nel cuore dei tifosi delle emozioni ormai dimenticate. Emozioni difficili da trovare in campo, soprattutto dopo una prestazione da dimenticare contro una Roma che ha nettamente dominato a San Siro. Non si salva nessuno, a parte il solito Donnarumma che ha compiuto più di un miracolo sugli attaccanti giallorossi. Nettamente insufficienti Alex, Mexes, Bertolacci, Honda, Balotelli e Bacca. Leggermente meglio, ma comunque sotto la sufficienza, De Sciglio, Romagnoli, Locatelli e Luiz Adriano. Quasi sufficienti Kucka, Bonaventura e Calabria. Insufficiente anche Brocchi. IN RIBASSO

La Primavera di Stefano Nava ha vinto in casa per 1-0 contro il Sassuolo accedendo così alle Semifinali Playoff. Il primo scoglio è stato superato con qualche difficoltà: ora il Milan, per qualificarsi alle Final Eight scudetto, dovrà vincere contro l’Empoli che a sua volta ha eliminato la Lazio con un secco 3-1. Al Diavolo è bastato il rigore conquistato da Felicioli e trasformato da Gamarra prima della mezz’ora di gioco per spuntarla contro gli emiliani. Il Milan non avrà espresso un gioco brillantissimo, ma contava solo vincere e l’obiettivo è stato raggiunto. IN RIALZO

Silvio Berlusconi, salvo sorprese dell’ultimo minuto, sembra aver scelto chi sarà il nuovo proprietario del Milan. La cordata cinese rappresentata dall’advisor italo-americano Salvatore Galatioto sembra averla spuntata sul consorzio capitanato da Bee Taechaubol. Nel corso della scorsa settimana, la trattativa ha subito una svolta dopo la decisione di concedere l’esclusiva alla cordata cinese di Jack Ma. Il Presidente avrebbe addirittura scelto di vendere la maggioranza e l’ottimismo avrebbe preso il posto dello scetticismo. Ora però la Famiglia Berlusconi vorrebbe delle garanzie dal punto di vista economico-finanziario per evitare di ripetere quanto accaduto con Mr. Bee. La trattativa potrebbe subire una svolta nelle prossime settimane, restiamo in attesa di ulteriori sviluppi. IN RIALZO