Perché sempre io? Bacca come Balotelli. E attacco a picco

Perché sempre io? Bacca come Balotelli. E attacco a picco


Tra Bacca e il Milan non sembrano esistere vie di mezzo: o piovono gol o si resta a dieta ferrea. Carlos sa che le sue spalle sono cariche (spesso sovraccariche) di responsabilità e che se un attaccante non segna tende a innervosirsi. A volte fatica parecchio a digerire il cambio, come ieri. Quindi è recidivo. Montella l’ha tolto a un quarto d’ora dalla fine, dandogli una pacca affettuosa ma non ricevendo mezzo sguardo di reciproco conforto: il giocatore è andato in panchina arrabbiato, giacca a penzoloni e quella frase: “Perché sempre io?”. “Alla Balotelli”.

Polemiche, come detto, già viste in passato: col Pescara in questa stagione, lì il gesto fu più eclatante, e con il Carpi l’anno scorso (non diede la mano a Menez e fissò a lungo Brocchi in segno di sfida). Il colombiano ha avuto il piacere di giocare per intero solo 3 delle 17 gare in cui è stato titolare, non gira come dovrebbe e non riesce a inserirsi nel cuore della manovra. Forse se l’è presa per i fischi dei tifosi, anche se ragionevolmente erano rivolti alla squadra in generale; magari proprio all’attacco, inteso come reparto, perché il problema non è da ridurre solo al bomber. 5 punti in 7 giornate, si rimane qui e si deve ripartire dalla Samp perché ha evidenziato i principali difetti. Il confronto con le dirette concorrenti per l’Europa League è impietoso. Dalla Roma in poi, inizio dello sprofondo rosso, se si considerano i gol delle punte o degli attaccanti il Diavolo langue all’ultimo posto con 3 reti: 2 di Bacca e uno di Bonaventura. Anni luce rispetto al primato della Fiorentina (15).

L’ex Siviglia non funziona pure perché, e l’allenatore lo riconosce, ha nel DNA movimenti che si prestano poco allo sviluppo del gioco rossonero. Suso, per quanto sia sempre fra i più vivi, è comprensibilmente stanco; Jack è stata (e sarà) un’assenza devastante; Lapadula si è mangiato un’occasione incredibile e lo scarso impiego forse non è casuale; Deulofeu e Ocampos sono appena arrivati. Questa la situazione in avanti, riassunta da La Gazzetta dello Sport e non agevolata dalla mediana, abbastanza incapace di supportare e servire. I fischi probabilmente non servono: non a caso a San Siro, dopo il 90’, è calato un silenzio pesantissimo.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl