Gazzetta: in principio furono gli olandesi, poi i brasiliani. Adesso a Milanello si parla spagnolo

Milanello
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Interessante analisi effettuata stamane da La Gazzetta Dello Sport: ormai a Milanello si parla lo spagnolo. Nella rosa a disposizione di Vincenzo Montella, infatti, sono presenti ben dieci giocatori ispanici. Il conteggio recita: quattro argentini (Paletta, Sosa, Vangioni e il neo arrivato Ocampos), due colombiani (Bacca e Zapata), due spagnoli (Deulofeu e Suso), un cileno (Mati Fernandez) ed un paraguaiano (Gustavo Gomez), con l’undicesimo che potrebbe essere Lapadula, nato in Italia ma da mamma peruviana.

Insomma, una formazione intera di lingua spagnola, con l’eventuale arrivo in rossonero dell’ex difensore di Juventus e Barcellona Martin Caceres (che oggi darà la sua decisione definitiva al Milan), che farebbe incrementare la quota. Una volta c’era la colonia brasiliana, in tempi molto recenti anche quella francese (Mexes, Rami, Menez, Niang), ma forse quella più significativa per il popolo rossonero fu quella olandese formata dal trio Van Basten, Gullit e Rijkaard.