CorSport, Giovanni Galli: “Ha dato retta all’agente, io avrei firmato in bianco”

IMG_7518
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Portiere del Milan di Sacchi e della Nazionale, Giovanni Galli già nella giornata di ieri aveva espresso parere sfavorevole, in maniera anche dura, sull’esito del “caso Donnarumma“. Interpellato dal Corriere dello Sport, così oggi in edicola Galli: “Prima di tutto mi dispiace moltissimo dover commentare quello che è accaduto. Non avrei mai pensato che Donnarumma potesse trovarsi in una simile situazione. Avevo ben altra considerazione del ragazzo che, in realtà, è pienamente complice di quello che è successo perché ha pienamente avvalorato la linea di comportamento seguita dal suo procuratore“, esordisce. Dove ha sbagliato? “Ma come può un calciatore che ha disputato solo 50 partite in Serie a opporsi alla storia del Milan, a 7 Coppe dei Campioni, a un mega-ingaggio di 5 milioni di Euro all’anno?  Invece, lo ripeto, ha dato retta al suo agente che, evidentemente,  aveva degli interessi personali più concreti rispetto quelli dello stesso Donnarumma e del Milan“.