Torino: Baselli e Rincon i fari, Ljajic e Belotti le possibili armi letali. Problemi nelle retrovie

Benassi Belotti Milan-Torino SpazioMilan
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La quattordicesima giornata del campionato in corso vede il Milan affrontare, a San Siro, il Torino. I granata, che al momento occupano l’ottava posizione della classifica, a un solo punto dai rossoneri, sono una squadra nel complesso discontinua. Tuttavia, in gara secca, disponendo di singoli di tutto rispetto, i piemontesi sono capaci di risultare scorbutici e pericolosi.

Punti di forza: Baselli-Rincon; Ljajic-Belotti.
In mediana, Sinisa Mihajlovic può contare su Daniele Baselli, interno di centrocampo tecnico, dinamico, bravo negli inserimenti e capace di muoversi al meglio tra le linee, e su Rincon, interditore dotato di grinta, fisicità ed esperienza, nonché efficace nei contrasti e in fase di recupero palla. Il tutto mentre, in avanti, Ljajic, pur fornendo spesso un rendimento altalenante, sa garantire imprevedibilità alla manovra, uno contro uno vincenti e giocate di classe. Infine, se Belotti, prima punta fisica e prolifica, dovesse essere tornato in forma, per la retroguardia rossonera, potrebbero essere guai.

Punti deboli: gli esterni bassi; la coppia centrale.
Qualora il Milan riuscisse a premere sulle fasce, sfruttando al meglio le qualità di Suso e Bonaventura e le doti di Ricardo Rodríguez in fase di spinta, gli esterni bassi del Torino, De Silvestri e Ansaldi, nonostante nella stagione in corso stiano facendo bene, potrebbero andare in difficoltà e concedere spazi. I due laterali difensivi del Torino, infatti, pur essendo aggressivi e resistenti, contro dirimpettai rapidi e intraprendenti, specie se non venissero supportati a dovere dalle ali e dagli interni di centrocampo, potrebbero faticare a tenere per l’intero arco di gara. Infine, i due centrali difensivi, Lyanco e N’Koulou, sebbene dispongano di grande forza fisica, evidenziano problemi relativi al senso del gioco e alla mobilità.

Giocatore chiave: Daniele Baselli.
Mezzala dotata di qualità balistiche, brava a inserirsi e a garantire qualità e dinamismo, Baselli potrebbe rappresentare il fulcro del gioco del Torino. Con i suoi movimenti, specie se in fase difensiva fosse protetto al meglio, potrebbe infatti creare scompiglio sulla trequarti rossonera e impensierire i tre centrali della compagine allenata da Vincenzo Montella.