Atalanta a San Siro, il sondaggio tra i tifosi di Milan e Inter

Atalanta a San Siro, il sondaggio tra i tifosi di Milan e Inter

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’Atalanta sarà ospite a San Siro nelle notti più care al Milan. I martedì e mercoledì sera di Champions League che i bergamaschi sono riusciti a strappare ai rossoneri li vivranno proprio a Milano.

L’agenzia Swg – riporta La Gazzetta dello Sport ha condotto un sondaggio tra i tifosi di Milan e Inter sull’argomento. Le ipotesi erano cinque: d’accordo (totalmente e abbastanza), non mi interessa e poco o per nulla d’accordo. Ha stravinto l’ospitalità con il 67%, diviso tra le due opzioni. A mostrarsi più favorevoli sono stati gli interisti commentando la concessione come un riconoscimento del valore dimostrato dall’Atalanta durante la scorsa stagione.

Per i milanisti è stato più che altro un discorso di etichetta. Non volevano fare brutta figura e i tifosi, che hanno contestato la scelta, se ne sono dovuti fare una ragione. Per questo il Milan è stato l’ultimo a dire sì, perché il presidente Paolo Scaroni aspettava il consenso dei suoi. È arrivato a malincuore, a quanto pare, con un po’ d’amarezza perché l’Atalanta ha “scippato” il posto ai rossoneri agli occhi dei tifosi.

Durante le domande, è stato chiesto anche un parere ulteriore sulla scelta. Quattro su dieci hanno etichettato la situazione come un danno di immagine per tutti “perché l’Atalanta doveva pensare prima ad ampliare il proprio stadio”. Risposta che statisticamente cozza con le precedenti, in una situazione strana un po’ per tutti, anche all’interno della Dea. Quando nei giorni scorsi, Papu Gomez ringraziava le milanesi per aver concesso il loro giardino di casa, Ilicic rispondeva con un sarcastico “non voglio giocare a Milano” su Instagram.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy