Pioli: "Per il Bodo/Glimt sarà la partita della vita e solo se lo sarà anche per noi potremo vincere"

Pioli: “Per il Bodo/Glimt sarà la partita della vita e solo se lo sarà anche per noi potremo vincere”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Buon pomeriggio cari lettori di Spaziomilan.it, si è conclusa da poco la conferenza stampa di Stefano Pioli, prima del match di Giovedì sera contro il Bodo/Glimt. Ecco le sue dichiarazioni:

Sul gap tra Ibra e la squadra, se ora è meno marcato: “E’ evidente che il rendimento dei singoli e di tutta la squadra è migliorato. Il merito è della qualità dei giocatori”

Sull’aggressività dei norvegesi e il clima importante di domani: “Non mi piace che si pensi che abbiamo tutto da perdere, a me piace pensare che abbiamo tutto da guadagnare, dobbiamo metterci in discussione ogni partita affrontandola con grande determinazione. Parliamo di avversario che su 20 partite ne ha vinte 18, quindi grande rispetto, ma anche consapevolezza”

Su cosa lo preoccupa: “Noi stiamo bene, l’allenamento di domani mi schiarirà le idee, stiamo bene mentalmente e ho detto ai ragazzi che per loro sarà la partita della vita e solo se anche per noi sarà la partita della vita potremo vincerla”

Sulla qualità e l’esperienza di Ibrahimovic: Mi ha stupito la sua ottima condizione, perchè aveva avuto qualche acciacco e invece Zlatan si è fatto trovare pronto mentalmente e fisicamente”

Sulle coppie a centrocampo e Krunic:I quattro centrocampisti possono ruotare e giocare insieme, per il nostro modo di gioco ho bisogno di giocatori intelligenti, Krunic si mette sempre a disposizione e lo considero un po’ un jolly perchè può coprire varie posizioni”

Sulle partite vicine: “Dobbiamo pensare ad una squadra alla volta”

Su un centrale di difesa di qualità: Ho grande fiducia nelle competenze dell’area tecnica, in questo momento abbiamo tre giocatori infortunati in difesa”

Sulla qualità del BodoGlimt: “Ci può creare problemi, hanno tre giocatori offensivi forti e sono bravi a ripartire, però sono portati ad aprirsi quindi volendo anche a lasciarci spazio”

Su Leao, Romagnoli, Musacchio: “Leao ha iniziato a lavorare ieri a parte, ma spero di riaverlo a disposizione presto, ma dobbiamo usare anche cautela per ciò che ha passato, da lui mi aspetto che maturi. Romagnoli e Musacchio devono rispettare i tempi, penso li rivedremo in campo dopo la sosta”

Sui limiti: “In questo momento non è importante l’obiettivo, ma il percorso che dobbiamo fare, cioè di migliorare. Siamo una squadra giovane, un gruppo ambizioso”

Su Maldini e Saelemakers: “Alexis ha giocato bene, ma ho molte soluzioni, tra cui Daniel, domani deciderò”

Su cosa si aspetta da Leao: “Deve mettere le sue qualità sul campo, ha grandi qualità, deve giocare con la squadra e fare la differenza, lui può farlo. L’anno scorso è stata la prima stagione in un calcio diverso. Mi aspetto delle prove convincenti da parte sua”

Su Colombo come sostituto di Ibrahimovic: “Terrò conto della condizione fisica dei giocatori, parlo continuamente con i giocatori. Dobbiamo recuperare ed essere pronti”

Su Krunic: “Lui è un jolly di centrocampo, ha delle belle caratteristiche e ci dà anche una buona fisicità”

Su Diaz titolare: “Diaz sta bene. Non ho ancora deciso se giocherà, ma lui è pronto, così come altri compagni”

Su Calabria: “Non l’ho mai messo in dubbio, sono contento ora stia facendo bene con continuità”

Sulla sensazione del Milan di leggere la partita stando in campo quasi a memoria: “Credo sia un discorso che parte da lontano, cioè saper stare in campo, sapendo dove siamo e chi siamo. Questo ha creato compattezza e fiducia nell’ambiente, penso che possiamo fare bene lavorando con consapevolezza della maglia che vestiamo, se rimaniamo uniti e consapevoli possiamo fare una buona stagione”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy