Milan-Stella Rossa, una sfida che evoca ricordi storici. Scopriamo i prossimi avversari

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La storia o il destino ha deciso di “giocare” con il Milan. Dall’ urna di Nyon è stato sorteggiato l’ avversario che affronterà la squadra di Mister Pioli nei sedicesimi di Europa League, la Stella Rossa di Belgrado. I tifosi rossoneri non possono rimanere indifferenti difronte a questo nome. La Stella Rossa è un’ intreccio tra storia e destino. Nella stagione 1988/89 fu la partita della svolta. È proprio dal Marakana di Belgrado che si scrisse, o meglio, riscrisse la storia dell’ epopea del Milan di Sacchi. In quel secondo turno dell’ allora Coppa dei Campioni, il Milan era praticamente eliminato in virtù del pareggio a San Siro dell’ andata e della sconfitta che stava maturando a favore della Stella Rossa.

Il destino “scelse” di far scendere una nebbia epica che obbligò l’ arbitro a sospendere il match. L’ indomani la partita fu ripetuta e il Milan portò a casa la qualificazione, viatico per la prima Coppa Campioni dell’ era berlusconiana. E ancora una volta la storia passa dalla squadra di Belgrado. Estate 2006, in piena calciopoli, il Milan fu costretto ad organizzare un preliminare di Champions in piena estate post mondiale, in 15 giorni. La storia passa ancora dalla Stella Rossa. Qualificazione avvenuta e il destino che decide di accompagnare i rossoneri verso l’ ennesimo trionfo Europeo.

In una stagione che sta regalando belle emozioni ai tifosi milanisti, aver letto i biancorossi di Belgrado uscire dall’ urna di Nyon, avrà sicuramente regalato una speranza.

Ma che squadra è oggi la Stella Rossa? È una squadra da affrontare con molta attenzione. Nonostante una cifra tecnica alla portata, è una squadra ben allenata da Dejan Stankovic, vecchia conoscenza del Milan per i tanti derby giocati con la maglia dell’ Inter. Giocano un calcio molto rapido. Il modulo è un 4-2-3-1 che spesso si camuffa in un 5-2-3. Grande compattezza difensiva e ripartenze molto pericolose. I punti di forza sono Mirko Ivanic, trequartista, autore quest’ anno di 11 gol in 23 partite e la punta centrale, Diego Falcinelli già autore di 12 gol in stagione. Falcinelli è una conoscenza del calcio italiano e del Milan visto che ha già segnato un gol ai rossoneri a San Siro durante un Milan-Crotone del dicembre 2016. L’ assenza del pubblico potrebbe togliere molto alla spinta agonistica della Stella Rossa considerato il calore della propria tifoseria che in ogni partita casalinga, trasforma il Marakana in una bolgia.

Infatti nel commentare il sorteggio, Dejan Stankovic sottolinea proprio questo aspetto: “Sarà uno spettacolo, non ho alcun dubbio. Vorrei che da qui alla partita qualcosa cambi per quanto riguarda i tifosi. Se potessimo giocare col Marakana … È qualcosa che desideriamo”. E poi ancora sul Milan: “Un forte avversario. Ieri ho visto la partita tra Milan e Parma, dove il Parma ha giocato in maniera fenomenale, ma il Milan è stato sempre dominante. Hanno attraversato un periodo di transizione ma l’impressione è che abbiano trovato un equilibrio in questa stagione. Hanno fatto molto con Pioli, è un grande allenatore.”

La Stella Rossa ha vinta 5 degli ultimi 7 campionati di cui gli ultimi 3 di fila. Attualmente, dopo 18 giornate, occupa saldamente il primo posto in classifica distaccando di 9 punti il Partizan, rivale stracittadina di sempre.

Da febbraio sapremo se è “solo” un turno di Europa League oppure è ancora una volta il destino che “prova a scrivere la storia”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook