Sei qui: Home » News » Milan vicino alla cessione con RedBird: i dettagli

Milan vicino alla cessione con RedBird: i dettagli

Nonostante le poco rassicuranti parole in ottica rinnovo di Paolo Maldini alla Gazzetta dello Sport, il Milan si appresta ad entrare in uno dei suoi periodi più floridi.

Tutto ciò grazie al cambio di proprietà che avverrà a breve tra Elliott e RedBird Capital, fondo americano capitanato da Gerry Cardinale che avrà il compito di portare a termine il lavoro iniziato qualche anno fa da Singer.

Il signing, ovvero la firma di un accordo vincolante per il passaggio di proprietà del club rossonero, dovrebbe avvenire nelle prossime ore stando a quando riportato dal Corriere dello Sport.

Con questo accordo il fondo Elliott manterrà una quota di minoranza (si parla del 30%) e alcuni dei suoi rappresentanti all’interno del prossimo Consiglio d’Amministrazione del Milan.

Milan RedBird Elliott

Maldini e Massara manterranno la loro centralità all’interno della struttura societaria, e il fondo americano si occuperà sostanzialmente della costruzione del nuovo stadio e della crescita dei ricavi.

LEGGI ANCHE:  L'ex allenatore del Lille su Botman: "Voleva farlo a gennaio!"

Lo scopo principale del nuovo fondo americano, infatti, non sarà quello di stravolgere l’ecosistema venutosi a creare in questi ultimi anni, bensì quello di innalzare la figura del Milan come club anche all’infuori dell’Europa.

Il tutto sarà possibile grazie allo Show Business e all’aiuto di numerose figure dello sport statunitense già in collaborazione con RedBird.