Champions League, il dato ‘distrugge’ il Milan di Pioli

Arriva l’incredibile dato a confermare il momento “no” targato Milan in Champions League. I numeri sono davvero inaspettati.

Continua a deludere sul palcoscenico della Champions League il Milan di Pioli, sconfitto sonoramente al Parco dei Principi da un PSG indemoniato. La formazione parigina ha difatti schiantato sul 3-0 il diavolo in una serata da dimenticare, in cui i rossoneri, nonostante un inizio convincente, hanno seriamente rischiato di subire l’imbarcata. Un paio di interventi del solito e provvidenziale Maignan hanno infatti fermato Mbappé dal raggiungere la duplice marcatura, con il VAR che ha poi privato Dembelé della propria prima gioia in maglia parigina.

Nonostante ciò però, il Milan non è riuscito a fermare le sortite di Mbappé, Kolo Muani e Lee Kang-In, in grado di stroncare definitivamente le speranze rossonere. Gli uomini di Pioli si trovano ora in una situazione tremenda, a soli 2 punti dopo 3 partite in un girone dove le altre contendenti hanno già messo a referto almeno una vittoria. Il dato più preoccupante ed inquietante, però, risiede nella statistica circa i gol fatti.

Milan a secco, il dato sui gol in Champions è inquietante

Se cercherete negli highlights delle prime 3 giornate di Champions League 23/24 non troverete alcun gol targato Milan a caratterizzarne le immagini. Questo, a causa di una statistica che ha fortemente compromesso il percorso degli uomini di Pioli nelle prime uscite in competizione. I rossoneri, infatti, non sono ancora riusciti a sbloccarsi sul palcoscenico europeo, rappresentando, ad oggi, il peggior attacco dell’attuale edizione della Champions. Numeri assolutamente sorprendenti per un club arrivato a giocarsi le semifinali del torneo nella scorsa annata ed in vetta alla classifica di Serie A fino allo scorso turno di campionato.

Champions League: il dato sul Milan preoccupa e non poco
Milan ancora a secco: il dato è storico (LaPresse) – SpazioMilan.it

A peggiorare ancor di più lo status del Milan, quindi, la statistica circa l’Italia. Nella storia della Champions League, in particolare da quando ne esistono i gironi, nessuna squadra italiana era rimasta a secco per le prime 3 sfide inerente alla fase a gruppi. Una prima volta storica per i rossoneri, cui statistica subisce un ulteriore peggioramento. Alla squadra rossa di Milano, infatti, il gol in Champions manca da ben 496 minuti, con l’ultima marcatura che risale alla sfida pareggiata in quel di Napoli, dove al tabellino si iscrisse Olivier Giroud.

Milan-Inter, Inter-Milan, Milan-Newcastle, Borussia Dortmund-Milan e PSG-Milan rappresentano quindi le ultime gare rossonere nel torneo, giunte al termine senza alcuna rete da parte del diavolo. Un dato, questo, senz’altro frutto delle varie assenze e della difficoltà delle varie sfide elencate, ma appare scontato come un’inversione di marcia sia divenuta obbligatoria fra le mura di Milanello. Il tempo dei rossoneri scarseggia ed il ritorno al gol appare come l’unico antidoto per tale “veleno“.

Impostazioni privacy