“Squadra da media classifica”, che bordata dell’ex dirigente al Milan!

Che bordata dall’ex dirigente nei confronti del Milan. “Squadra da media classifica”, arriva il duro attacco al club.

Dopo il pareggio arrivato in casa con il Bologna, per il Milan è tempo di voltare pagina e sarà importantissimo farlo contro il Frosinone. Si avvicina una nuova giornata di campionato e il club rossonero è pronto scendere in campo al Benito Stirpe di Frosinone, dove andrà in scena la gara di sabato alle ore 18:00. L’obiettivo è quello di ritrovare i 3 punti e riprendere la corsa verso i primi posti in classifica. Il club rossonero sembra già ampiamente al sicuro per la qualificazione alla prossima Champions League ma abbassare la guardia è vietato.

Le squadre sotto si continuano a rivelare discontinue e poco affidabili, mentre Inter e Juventus al momento è quasi impossibile anche solo avvicinarle. Una corsa anomala quella che sta vivendo la Serie A, decisamente diversa rispetto allo scorso anno. I rossoneri restano però costanti e coerenti agli obiettivi prefissati, ovvero rimanere tra le prime 4 e far bene nelle competizioni. Le coppe non sono andate bene, vista l’eliminazione ai gironi di Uefa Champions League e la sconfitta subita con l’Atalanta in Coppa Italia. Il Milan è quindi pronto ad iniziare il percorso in Europa League e l’obiettivo è arrivare fino in fondo.

Braida non ha dubbi: “Milan da media classifica”

La rosa del Milan quest’estate è cambiata molto. La nuova coppia dirigenziale formata da Geoffrey Moncada e Giorgio Furlani ha portato a Milano diversi giocatori nuovi e c’è stato un cambio radicale alla squadra. Pertanto, le opinioni sul club rossonero sono contrastanti, da chi dice che hanno una grande squadra a chi non li considera una big che può lottare per le posizioni alte della classifica.

Milan: Braida attacca i rossoneri
Ariedo Braida – LaPresse – spaziomilan.it

Ariedo Braida, ex dirigente del Milan, ha detto la sua ai microfoni di Radio Sportiva e ha espresso un suo pensiero sull’organico rossonero. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione:

“Credo che le cose vadano guardate dall’interno, adesso ci sono giocatori che non sono all’altezza del Milan, di cui bisogna conoscere storia e livello. Il Milan non è una grande squadra e lo dico onestamente. Il club è di media classifica e non ha superato nemmeno il girone di Champions League. Sono innamorato dei rossoneri e vorrei vederli competitivi che girano l’Europa e lottano per il campionato. Ora il Milan è solo una buona squadra in cui manca qualcosa e ci sono criticità in tutti i reparti”.

 

Impostazioni privacy