Gasperini a sorpresa sul rigore: il commento fa piacere al Milan

Gianpiero Gasperini ha commentato il rigore concesso all’Atalanta contro il Milan, sorprendendo per le sue parole.

Milan-Atalanta è andata in bacheca sul punteggio di 1-1. Non è bastato un ottimo Diavolo, soprattutto nella ripresa, per piegare la Dea. Infatti i bergamaschi hanno sofferto, ma sono riusciti a strappare un punto da San Siro. Punto arrivato grazie ad un rigore abbastanza generoso fischiato da Orsato dopo l’on field review. Proprio del rigore ha parlato anche Gianpiero Gasperini nel post partita ai microfoni di DAZN.

Gasperini: “Sono rigori da VAR”

Gianpiero Gasperini non ha peli sulla lingua, soprattutto quando si parla di VAR e arbitri. In particolare l’allenatore dell’Atalanta ha detto la sua nel post partita di San Siro sul rigore concesso da Orsato. Quindi Gasperini ha voluto fare un’analisi più ampia su come è cambiato il metro arbitrale nell’era VAR.

Gasperini sul rigore
Gasperini: “Rigore da VAR” (LaPresse) – SpazioMilan

L’allenatore dell’Atalanta ha iniziato così ai microfoni di DAZN:

“Orsato è andato al VAR ed ha dato questo rigore. Sono rigori da VAR come ce ne sono tanti quest’anno. Io non sono mai stato favorevole a questi tipi di rigori, ma sono diventati molto frequenti”.

Rigori da VAR quindi secondo Gasperini, che dà una disamina simile a quella di Pioli. Dopodiché l’allenatore della Dea ha continuato allargando il discorso:

“Comunque contro il Milan abbiamo un bel credito da smaltire per i rigori. Poi sono d’accordo che in questo calcio di oggi ci sono tanti rigori che forse chi arriva un’altra generazione li riconosce tanto. Così come tanti contatti, tante simulazioni. Dicono che è il calcio moderno, a me non piace molto. Però questo è favorito anche molto dalle vostre televisioni a cui piace questo tipo di calcio. Poi a volte ce l’hai a favore e a volte contro”.

Tralasciando la chiosa sulle televisioni, che lascia il tempo che trova, è chiaro che Gasperini abbia in mente un’altra idea di calcio. Idea che è comune a tantissimi appassionati. È chiaro che dall’introduzione del VAR gli errori siano diminuiti tantissimo, ma forse si toglie un po’ la parte irrazionale del gioco. Tant’è che, dall’altro lato, non ci si può lamentare e non volere la tecnologia. Tradotto: non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.

Impostazioni privacy