Milan, Ibrahimovic ha deluso i tifosi: lo scenario che nessuno immaginava

Il Milan ha scelto Paulo Fonseca come nuovo allenatore, ma Zlatan Ibrahimovic preferiva un altro profilo per il club rossonero: lo svedese fatica ad incidere. 

Il nuovo volto che guiderà il Milan dalla panchina porta il nome di Paulo Fonseca. La società lombarda ha deciso di puntare sul tecnico portoghese in vista delle prossime stagioni, con la speranza che si dimostri all’altezza dell’incarico e quindi delle ambizioni del popolo rossonero. L’allenatore ex Roma, reduce dall’esperienza alla guida del Lille, dovrebbe firmare a breve un contratto triennale da 2,5 milioni di euro. 

Dopo una sequenza di casting, le alte sfere del Milan hanno voluto puntare fortemente sulla figura di Paulo Fonseca, decidendo di mettere da parte quelle che sono state le considerazioni di Zlatan Ibrahimovic in merito alla vicenda allenatore. Il caso relativo al nuovo tecnico rossonero, infatti, ha diviso la società, creando pareri contrastanti.

In questo senso, lo svedese avrebbe preferito mettere sulla panchina del Milan un altro volto. Nonostante l’importanza dell’incarico affidatogli, Ibrahimovic continua a far fatica ad incidere nelle scelte cardini della società. 

Zlatan Ibrahimovic non incide: lo svedese puntava su un altro allenatore  

Da quando è tornato al Milan nel ruolo di dirigente, Zlatan Ibrahimovic sembra essere poco partecipe nelle scelte di maggior importanza della società. Secondo quanto asserito dal quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport, lo svedese starebbe palesando più di qualche difficoltà a dare una propria impronta nelle questioni dirigenziali, come quella relativa al nuovo allenatore. 

L’uomo designato per prendere le redini della guida tecnica della società lombarda è Paulo Fonseca, una scelta che di fatto non porta il timbro di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese avrebbe voluto portare in rossonero un altro tipo di allenatore. Ibra apprezza il tecnico ex Roma per le sue qualità, che vanno dalla tattica alla valorizzazione dei giovani, ma non è stato lui a portare avanti la candidatura. 

Ibrahimovic non incide al Milan
Ibrahimovic fatica al Milan – (LaPresse) SpazioMilan.it

L’unico nome che Zlatan Ibrahimovic ha provato a far valere in sede rossonera è stato quello di Mark van Bommel, che nelle ultime due stagioni ha guidato l’Anversa. I due si conoscono molto bene, essendo stati compagni di squadra proprio al Milan nella stagione dello Scudetto (2010/2011).

Tuttavia, la scelta dello svedese andava oltre la semplice amicizia, ed era legata al fatto che il tecnico olandese ha dimostrato di avere delle ottime qualità, diventando uno degli allenatori emergenti più interessati del panorama europeo. 

Zlatan Ibrahimovic sta facendo fatica a farsi valere all’interno della dirigenza, nonostante la sua spiccata personalità. Non a caso, sui social network stanno arrivando le prime critiche per lo svedese. I tifosi rossoneri si aspettavano un suo intervento decisivo nella scelta dell’allenatore, ma così non è stato.

Per ora, Ibrahimovic ha inciso solo sull’Under 23,  affidando la gestione della nuova squadra a Jovan Kirovski, ex dirigente del Los Angeles Galaxy. I due si sono conosciuti a margine dell’avventura di Zlatan in MLS. Mentre per la panchina, Ibra ha scelto Daniele Bonera.

Impostazioni privacy