Inter, ora serve cervello

Conclusa la stagione di purgatorio con un acuto grazie alla vittoria della Coppa Italia, l’Inter si butta a capofitto sul mercato per tornare in paradiso. Branca e i suoi uomini-mercato sono già al lavoro per regalare al confermatissimo (inspiegabilmente ndr) Leonardo una squadra che possa di nuovo competere ai massimi livelli.

La priorità è un uomo con cervello e piedi buoni da piazzare davanti alla difesa. Sono doti che Thiago Motta possiede ma, schierato da regista, è come un genio della letteratura messo a risolvere equazioni. Il sogno è Fabregas, che è in uscita dall’Arsenal, ma viene costantemente accostato al Barcellona. La verità è che per i blaugrana sarebbe difficile trovare spazio per il pur fenomenale Cesc, che si ritroverebbe in una situazione analoga a quella della nazionale spagnola, obbligata a schierare Busquets perchè più funzionale alla causa. L’Inter sta provando a farsi decisamente avanti e la concorrenza potrebbe essere meno serrata di quanto si crede dopo che il Real si è accaparrato Sahin.


Oltre la mente, si cerca il braccio, ovvero un attaccante che prenda il posto del partente Pandev, tanto decisivo con Mourinho quanto evanescente nella stagione appena trascorsa. Si è fatto spesso il nome di Tevez, ma l’operazione non è delle più agevoli, considerando prezzo e background del giocatore. Leonardo vede nell’argentino l’elemento per sublimare il suo 4-2-fantasia al fianco di Eto’o,Sneijder e uno tra Milito e Pazzini. Possibili alternative Rossi, che però sembra a un passo dal Barca, e Mata, che potrebbe arrivare insieme a Banega, cogliendo due piccioni con una fava.

 

Giovanni Cassese

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy