Mercato in uscita, adieu Mathieu?

Acquisti sì, ma anche necessarie cessioni. Milan che, per ora, è riuscito a rispedire al mittente solo Sokratis e che per il resto si è concentrato su nomi ed operazioni di acquisizione, non di sfoltimento. Vendere, appunto, questa la priorità dettata da Allegri, che necessita di una rosa meno ampia della scorsa stagione.

E qualcosa, in questa direzione, si sta muovendo. Merkel al Genoa, in comproprietà, mentre per Paloschi, Strasser e Oduamadi si parla di un possibile prestito altrove. Anche Oddo, trovando poco spazio e senza garanzie, sembrerebbe deciso e pronto per una nuova avventura. Ma c’è un altro nome, più pesante ed importante, che potrebbe lasciare il Milan. Quello di Flamini, il cui contratto scadrà il prossimo anno.

LEGGI ANCHE:  Ceferin: "Milan squadra forte, ma in Champions ha avuto un problema"

La rosa rossonera è composta infatti da 29 giocatori. Tanti, troppi. Bisogna quindi far funzionare anche il mercato in uscita, con poche ma studiate operazioni. Ecco perchè si sta pensando alla cessione di Mathieu, considerando il suo ingaggio elevato e le diverse squadre interessate al centrocampista francese. Con la possibilità di guadagnare dei soldi, evitando eventualmente così di perderlo a parametro 0.

Riducendo così, e di molto, il numero dei giocatori a disposizione di Allegri. Una situazione delicata e difficile, visto il ruolo significativo e la volontà evidente del giocatore. Quella di non lasciare il Milan.