Mezz'ala, il depistaggio continua

Mezz’ala, il depistaggio continua

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

E’ Samir Nasri il nuovo nome per il centrocampo del Milan. Il 24enne francese dell’Arsenal, ai Gunners dal 2008, sembra essere proprio l’uomo perfetto per il tassello mancante del centrocampo di Allegri. Ma il depistaggio di uno dei maestri del mercato, Adriano Galliani, è ancora in corsa: siamo sicuri che l’ad rossonero voli direttamente in Francia, a Parigi, per chiudere in fretta e furia un affare che esige settimane di trattative soprattutto per la concorrenza inglese sul giocatore?

Oramai ci siamo abituati ai colpi a sopresa del Milan. Colpi a sorpresa, esattamente. Non nome declamati da mezzo mondo che inevitabilmente hanno un prezzo o spropositato o irraggiungibile per il budget rossonero. Tutti, stampa e tifosi compresi, si aspettano che sia un big a completare il puzzle del centrocampo del Milan. Ma le soprese sono dietro l’angolo. Primo perchè Galliani è sempre Galliani, è capace di far credere di aver chiuso per Nasri e poi arriva Fabregas, strappandolo alla concorrenza a un prezzo misero; secondo perchè, dopo il Prince Boateng, l’idea di un altro giocatore che arrivi con diffidenza e malumori generali per poi esplodere e confermarsi titolare solletica molto l’ingegno di Adriano Galliani.

Ganso, Hamsik, Bale, Essien, Fabregas, Vidal, Pastore, Eriksen, Witsel, Nocerino, Kucka: sono questi alcuni dei nomi caldi in casa Milan per la famosa mezzala. Ma Mister X non deve essere cercato molto lontano, il depistaggio dell’Imperatore Adriano sul mercato è un processo lungo e faticoso che alla fine porterà a una soluzione. Perchè, come dice lui, “i colpi migliori si fanno a fine agosto”. Non ci resta che aspettare.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy