Cognigni: “Monto, non c’è l’offerta giusta”

 Mario Cognigni, presidente esecutivo della Fiorentina nella conferenza stampa di ieri ha tuonato: “La situazione di Montolivo è già stata trattata. Se non arriverà un’offerta adeguata non andrà via e si metterà a disposizione di Mihajlovic”. E di offerte adeguate aggiunge “ancora non ce ne sono state”. Il nuovo diktat viola “Montolivo non si muove per una cifra inferiore al suo valore” sembra, almeno in apparenza, frenare i sogni di vederlo in rossonero.

In realtà però la situazione tra l’ormai ex capitano viola, la società e la tifoseria gigliata sembra irrecuperabile e le possibilità che il ragazzo rimanga a Firenze sono remote. A testimonianza di quanto detto le parole dello stesso Montolivo dopo Italia-Spagna: “La nazionale mi dà serenità soprattutto per il momento che sto vivendo nel club”.

Nonostante le strategiche smentite quindi nella stagione 2011-12 il centrocampista azzurro non giocherà in Toscana anche perchè il rischio, ancora più grave per le casse viola, sarebbe quello di perderlo nel giugno prossimo a costo zero. L’assalto del Milan arriverà negli ultimi giorni di mercato quando la Fiorentina non potrà far altro che ammorbidire le sue pretese e accettare l’offerta rossonera.