Juve, probabile arrivo di Lugano

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La Juventus di Conte prende sempre più forma. Il tecnico però ha ancora bisogno di almeno due pedine. Uno dei nomi fatti per la retroguardia è Diego Lugano, 31enne del Fenerbache.

Il club turco non è in una bella situazione a causa dello scandalo del calcio scommesse, non passa giorno che non arrivi una brutta notizia da Istanbul. Perfino i più ottimisti si stanno arrendendo all’idea della retrocessione.

Lo stesso Lugano, durante le vacanze, ha confessato ad alcuni amici, un po’ amareggiato che “la fine del Fenerbache è decretata dalle istituzioni turche”.

Juan Figer, manager del giocatore, si è quindi alzato le maniche per trovare una degna sistemazione al giocatore. E fra i tanti contatti con i club interessati, c’è stato anche quello con i dirigenti bianconeri. “Si, la Juve è il club italiano che ha fatto una proposta per Lugano – ha ammesso l’agente – l’interesse dei bianconeri è concreto”.


Lugano però non è il primo nome sulla lista di Marotta e Paratici. Dal punto di vista tattico, Conte preferirebbe altri giocatori: Alex del Chelsea e soprattutto Bruno Alves dello Zenit. Lugano però sarebbe il più accessibile dei tre, perché il più economico. Il centrale del Fenerbache avrebbe una clausola da 3,5 milioni di euro ma in caso di retrocessione per illecito sportivo del club turco, si libererebbe a parametro zero.

Lugano, seppur non velocissimo, sarebbe in grado di garantire esperienza nel reparto arretrato, la classe ed il senso della posizione che forse ancora manca alla Vecchia Signora.

Il capitano della Celeste, se arrivasse a Torino, prenderebbe il posto de Sorensen, pronto a partire, andando a rinforzare il reparto che al momento comprende Chiellini, Bonucci e Barzagli.

Stefania Brichese

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook