Quel Berlusconi, unica gioia del Capello bis

Le amichevoli d’Agosto ci illudono spesso, il 19 Agosto 1997 al Trofeo Berlusconi successe proprio così.

Una vittoria del Milan sulla Juventus per 3 a 1 che fece ben sperare per una stagione ricca di successi, di vittorie, di trofei e invece, ahinoi, non fu così, in quella stagione si registrò un Milan davvero opaco, uno dei peggiori Milan della presidenza Berlusconi.

Cerchiamo di dare un po’ di indicazioni del periodo storico: stiamo parlando del Capello bis, Don Fabio era tornato alla guida della squadra che l’aveva lanciato come allenatore, durante la campagna acquisti erano arrivati giocatori come Kluivert, Andersson, Ziege, Ba e Bogarde considerati grandi giocatori, a vederla ora possiamo senza dubbio dire che questa è stata la peggiore campagna acquisti della storia del Milan.

Al trofeo Berlusconi però la squadra brillò di luce propria, Patrick Kluivert, definito troppo presto l’erede di Van Basten, segnò addirittura un gol, a rileggere la formazione vengono i brividi, in porta giocava Massimo Taibi che al Manchester United ancora si ricordano per le mille papere, una difesa composta per 2/4 da Bogarde e Cruz non certo degni dei loro compagni di reparto, Paolo Maldini e Billy Costacurta.

LEGGI ANCHE:  Maldini-Milan, deciso il futuro del dirigente rossonero: lo ha chiesto RedBird!

L’emblema di quella stagione fu proprio il tulipano mai sbocciato, arrivato in Italia con grandissime aspettative, avrebbe dovuto essere la risposta rossonera al nerazzurro Ronaldo e invece realizzò solo 6 gol in 27 partite, più che per le sue marcature è rimasto nella storia rossonera per i suoi errori davanti alla porta, certamente più numerosi dei suoi gol.

Fu la sconfitta di Capello che non riuscì più ad imporsi come anni prima in cui aveva vinto scudetti su scudetti, una stagione che si conclude con un deludente decimo posto e un addio di Capello e Kluivert, venduto al Barcellona per 30 miliardi di lire, anche in blaugrana non sbocciò definitivamente anche se qualche gol in più lo segnò.

Meglio non prendere troppo seriamente le amichevoli precampionato sia quando è sfolgorante sia quando è deludente.