Contro la Fiorentina Pato vuol dire vittoria

3/2/2008, 17/1/2009, 31/5/2009, 24/2/2010 e 10/4/2011: cinque date, cinque vittorie e per cinque volte ha deciso Alexandre Pato. Sempre contro la Fiorentina, prossima avversaria dei rossoneri che proprio contro i viola riavranno, dopo altri due mesi di stop, un Papero in più. In rampa di lancio per cominciare, davvero, il suo nuovo campionato. Lo spera il Milan, lo sperano tutti.Veloce, talentuoso e decisivo: questo è il Pato che conosciamo e che vogliamo vedere sempre, o almeno più spesso. Problemi muscolari permettendo.

Ed è bello, nel calcio come nella vita, lasciare spesso spazio a dei rewind che servono per sorridere, vibrare ed emozionarsi. Come non ricordare quel suo destro chirurgico in una fredda serata invernale in cui tutta San Siro aveva abbracciato e salutato Kakà, oppure quel pallonneto morbido che qualche mese dopo regalò nuovamente al Milan la Champions League e i successivi addii, lì sì per davvero, di Ricky e Ancelotti, o ancora il tap-in vincente che lo scorso anno chiuse, senza ormai più dubbi, il campionato e che valse lo scudetto. Sono passati anni, giocatori e momenti, non Pato che con la squadra toscana si esalta. Presente, anche se un po’ ad intermittenza, ed essenziale per chiunque.

LEGGI ANCHE:  "Il loro 5 maggio", scudetto all'Inter: Moratti provoca il Milan!

Bentornato, dunque, ad un fuoriclasse autentico ed assoluto. Gioia per gli occhi, benessere per il nostro cuore rossonero. Firenze nel mirino per rientrare e recuperare il tempo perso, arma in più per aiutare il Diavolo a vincere e a volare sempre più su.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI