Noce e Ibra certezze, Taiwo cresce

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

AMELIA 6 – Possiamo dire che si tratta della sua giornata fortunata. Viene graziato in un paio di occasioni da palla gol. Non viene chiamato in causa molto spesso, nessun impegno particolare degno di essere citato. E’ d’ obbligo riconoscergli la sventata alla testata di Bolzoni.

BONERA 6 – Onestamente in fase offensiva non incide come il ritrovato Abate. Si nota chiaramente che il tersino non è il suo ruolo; ma nonstante tutto si impegna, è concentrato, si adatta e in fase difensiva occupa discretamente il suo ruolo. Tiene testa a Reginaldo.

MEXES 6.5 – Anonimo il primo tempo, come non ci fosse tranne in poche occasioni durante le quali purtroppo concede a Calaiò di creare i suoi giochini con Bolzoni, lasciandolo di fatto solo davanti ad Amelia. Meglio nel secondo tempo perchè partecipe del doppio vantaggio.

THIAGO SILVA 7 – Nessun  numero particolare, viene impegnato poco ma di fatto da lui non si passa. Non soffre le incursioni degli attaccanti bianconeri.

TAIWO 6.5 – Non possiamo descriverlo come protagonista di una partita perfetta. Nessuna prestazione strepitosa per lui ma resta oridnato nella sua posizione. Forse si muove troppo timoroso in fase di spinta ma emerge rispetto alle prestazioni precedenti.

SEEDORF 5.5 – Il professore ci prova, come sempre. Non possiamo dire che non ci metta il cuore e il fisico ma purtroppo resta lento e compassato. Nasce comunque dal suo piede l’ angolo dal quale arriva il gol di Nocerino.

Dal 55′ Aquilani 6 – Entra sull’1 a 0 e gioca con disinvoltura e pazienza. Giocate utili e una buona mezz’ora.

VAN BOMMEL 6 – Sicuramente non ricorda la prestazione di Bologna. Discreto, sebbene Bolzoni e Gazzi non lo impegnino quasi mai.

NOCERINO 7 – Sempre dentro alla partita, corre, sgobba e non si tira indietro. Ed è proprio dal suo destro che nasce il vantaggio dei rossoneri. Destro che sblocca il risultato.

BOATENG 6 – Non delude mai. Anche se non risulta particolarmente incisivo in questi 94 minuti è uno dei pochi a salvarsi dall’ anonimato. Ed è proprio nel secondo tempo che ha il merito di fornire ad Ibra l’ oppportunità del raddoppio grazie al rigore.

Dal 73′ Emanuelson – s.v.

IBRAHIMOVIC 6.5 – Sbagli tanto, forse un pochino troppo deconcentrato. Ci prova, ma sbaglia un gol nel primo tempo che avrebbe sbagliato forse solo Robinho. Trasforma però il settimo rigore stagionale nel raddoppio e questo non può che rendergli onore. Arriva cosi a quota 15 gol stagionali.

ROBINHO 5.5 – Nel primo tempo sembra un onda in piena che ha il dovere di dimostrare qualcosa  a qualcuno. Un ira di Dio. Fanno fatica a fermarlo e quando parte in slalom crea quasi sempre qualcosa di notevole. Lucido nel servire Boateng nell’ azione che porta al rigore.

Dal 65′ Pato 5.5 – Buona volontà sì, ma ancora non convince. Sbaglia da due passi, scompare e riappare come suo solito. Troppo altalenante anche stasera, cercarsi il vero Papero.

Allegri 6.5 – Formazione corretta, difesa forzata e buono spirito di squadra. Vittoria e rinnovo, il regalo di Natale più bello e che aspettava. Ma occhio al suo ex Cagliari, prossimo avversario dei rossoneri.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook