Sei qui: Home » News » “Barça? Non è impossibile. Con il Parma sarà dura”

“Barça? Non è impossibile. Con il Parma sarà dura”

Sono terminati da poco i sorteggi di Champions League per stabilire gli accoppiamenti dei quarti di finale, e in casa rossonera non c’è nemmeno il tempo per concentrarsi su quello che sarà il prossimo avversario in Europa, il Barcellona di Guardiola. Tutte le attenzioni sono, infatti, concentrate sul campionato e sul testa a testa contro la Juventus. Prossimo avversario del Milan sarà il Parma dell’ex rossonero Donadoni, nell’anticipo delle 18 valido per la 28esima giornata di Serie A. Per l’importante sfida in chiave classifica, Mister Allegri non potrà fare a meno di Boateng, Seedorf, Nesta, Pato, e di Abate, out per circa due settimane. In dubbio Robinho, reduce da una forte contusione alla caviglia. Ecco le parole del Mister durante la conferenza stampa della vigilia.

SUL SORTEGGIO DI CHAMPIONS: “Andiamo a vedere il lato positivo, se passiamo il quarto abbiamo tante possibilità di andare in finale. Abbiamo giocato con il Barça due partite, in trasferta abbiamo fatto una buona gara difensiva e a Milano ce la siamo giocata. Dobbiamo credere in noi stessi anche se affrontiamo la squadra più forte”.

SUI DUE MATCH GIOCATI CONTRO IL BARCELLONA: “All’andata giocammo difensivamente, concedendo poco. Nella seconda partita abbiamo cercato di attaccarli più alti, abbiamo creato delle buone occasioni, ci sono stati degli errori in fase di uscita nel pressing. Sono state due partite che ci sono servite”.

SULLA REAZIONE DELLA SQUADRA AL SORTEGGIO: Nessuno shock. Sappiamo che per arrivare in finale si devono affrontare comunque le grandi come Barça, Real e Bayern. Ora noi dobbiamo pensare una partita per volta: adesso c’è Parma, poi c’è la Juve in Coppa Italia e dopo penseremo al Barça, il sorteggio ormai è stato fatto ed è inutile buttare via energie mentali su questo. Adesso le energie vanno confluite nella gara di domani contro una squadra che con le grandi ha fatto sempre bene, è un momento importante del campionato e non possiamo giocare in punta dei piedi”.

SULLA SFIDA CONTRO IL PARMA: Domani ci aspetta una gara difficile, siamo in un momento decisivo della stagione e troveremo una squadra ben organizzata. Se non scenderemo in campo con il giusto spirito, ne usciremo con le ossa rotte. Loro hanno davanti giocatori importanti, su tutti Giovinco, è una squadra organizzata che concede poco ed è molto aggressiva”.

SULLA FORMAZIONE: “Robinho ha preso una bella botta, oggi valuteremo come sta, dovrei avere a disposizione anche Maxi Lopez, poi dietro vedrò tra Antonini, Zambrotta e Mesbah chi giocherà”.

SUI NUMEROSI INFORTUNI: “Abbiamo avuto tanti infortuni a livello traumatico, è ovvio che dobbiamo fare un resoconto di questi malanni e capire quanti sono stati muscolari, quanti traumatici e capire dove possiamo migliorare. Fortunatamente ho una rosa lunga e tutti devono dare il loro contributo. Pato? Sta lavorando ma è difficile dare una data del rientro. Vedremo in settimana di recuperare qualche infortunato, Abate spero di recuperarlo a breve, stanno tornando Seedorf, Boateng e Maxi Lopez. Gattuso ha avuto l’idoneità per essere convocato,“.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Milan, nuovo nome per la difesa: arriva dal Corinthians!

SULLA DESIGNAZIONE DI BANTI COME ARBITRO: “Banti è un buon arbitro, ma come ho detto e come ripeto la classe arbitrale italiana è di ottimo livello, ogni tanto ci sono delle decisioni che possono essere favorevoli o sfavorevoli, poi solitamente si compensano. Poi, se tutti fanno un dossier nessuno mette le cose a favore quindi la cosa migliore è lasciarli sereni”.