Riabilitiazione e cure per i malconci. Allegri: “Inzaghi è unico. ma…”

La partita contro il Novara è stata l’ultima apparizione della stagione del Milan, in campionato ma non solo.

Adesso i rossoneri potranno godere di un po’ di vacanze, il giorno del raduno è stato fissato al 9 luglio, quello del primo impegno del nuovo anno calistico il 24 luglio a Gelsenkirchen contro lo Schalke 04.

Oggi a Milanello sono presenti, per le varie fasi di riabilitazione (Muntari e De Sciglio stanno già molto meglio), alcuni giocatori rossoneri fra cui Amelia (per via di una botta subita ieri), gli stessi Muntari e De Sciglio, oltre a Bonera e Abbiati.

Mentre a RTL 102.5 è intervenuto Massimiliano Allegri, che ha parlato dei tanti e dolorosi adii che il Milan ha salutato ieri, ma anche di mercato: “Negli ultimi 10 anni il Milan ha avuto dei campioni italiani di grandissimo livello, dall’anno prossimo non ci saranno più e questo è un male per il nostro calcio. Io ho ringraziato tutti i giocatori che ieri ci hanno lasciato, perché mi hanno aiutato molto nel mio lavoro, sono stati dei professionisti. Inzaghi è un esempio, ieri l’ha dimostrato con un belissimo gol; l’allenatore però deve fare delle scelte, a volte anche bastarde… Se mi piacerebbe allenare C. Ronaldo e Messi? Certo, sarebbe il sogno di ogni allenatore. Ibra? Ha dichiarato amore ai colori rossoneri, resterà con noi così come Thiago Silva: i due nostri valori aggiunti,  sono fortunato ad allenarli. Balotelli? Ha grande talento, ma deve ancora crescere e maturare per il suo bene”.

(Fonte: AcMilan.com)