Sei qui: Home » News » Cassano scalpita, Galliani chiama Garrone

Cassano scalpita, Galliani chiama Garrone

Lo volete? Vi interessa?”. Dove per “lo” si intende Antonio Cassano e il “vi” sono i blucerchiati della Sampdoria. Adriano Galliani ci ha provato qualche giorno fa con Edoardo Garrone, durante un incontro conviviale a Forte dei Marmi. Per ora Fantantonio non rientra nei piani della società ligure, soprattutto quelli economici. Ma da qui a fine agosto tutto può accadere.

Secondo il Corriere dello Sport, Cassano avrebbe nuovamente espresso non poche perplessità sul progetto rossonero, alla luce delle cessioni di Thiago Silva e Zlatan Ibrahimovic. Motivo in più per spingersi lontano da Milanello sull’onda di quanto già detto un mese fa dal ritiro della Nazionale in Polonia: “Cedere Thiago è un delitto, lui è il 50 per cento del Milan. Non so se resto…”. Poi Silvio Berlusconi fece momentaneamente rientrare il tutto, ma oggi il quadro è cambiato. Thiago è stato davvero ceduto e con lui Ibra. E così il fantasista di Bari scalpita per tornare alla Samp.

LEGGI ANCHE:  Costacurta rivela: "Rinnovo Maldini? Ci ho parlato, ho avuto un'impressione"

Antonio è ancora più preoccupato e avrebbe minacciato la società di essere pronto a cambiare aria se i due gioielli volati a Parigi non verranno degnamente rimpiazzati. Il sogno resta il ritorno a Genova, ma i blucerchiati non sono disposti a garantire al giocatore l’ingaggio attuale, circa 3 milioni di euro netti a stagione. Eppure Cassano sembra crederci, visto che ha rifiutato due proposte provenienti da Russia e Qatar.