Nel dubbio, Maxi strizza l’occhio a tutti

C’è l’ansia di trovare la collocazione. Ma tutto a volte può avere un limite. Soprattutto per non far infuriare troppe tifoserie. Maxi Lopez avrebbe voluto rimanere al Milan. E forse non ha perso ancora l’ultima speranza. Nel frattempo, però, si è lasciato aperte tutte le porte. Anche quelle dei più accesi nemici dei rossoneri. Di seguito una raccolta di dichiarazioni rilasciate dall’attaccante argentino nell’ultimo mese e mezzo.

16 maggio – “Restare al Milan? Non penso ad altro se non a giocare ancora con questa maglia“.

11 giugno – “Sogno di giocare la Champions con i bianconeri“. 

12 giugno – “Per un attaccante giocare con Zeman è il massimo. Lui pratica un calcio offensivo che per noi centravanti è fantastico. Poi la Roma è senz’altro una società ambiziosa e ha una grande tifoseria”.

16 giugno – “Donadoni mi vuole al Parma? Fa piacere”.

LEGGI ANCHE:  Milan ad un passo dal colpo in attacco: arriva dal Bruges!

16 giugno – “Restare in rossonero sarebbe un onore“.

16 giugno – “Il Napoli? Non voglio sbilanciarmi, ma gli argentini a Napoli hanno sempre fatto bene. E’ una piazza importante“.

19 giugno – “Voglio rimanere, tengo al Milan e ho fatto tanto per vestire questi colori. E poi mi sento rossonero”.

Per ora l’unica certezza si chiama Catania. Il cartellino di Maxi è di proprietà della società etnea che farà di tutto per incassare almeno 8 milioni di euro. Il Torino sembra essere l’ultima destinazione più accreditata, ma non si possono escludere colpi di scena. Di certo, un eventuale ritorno al Milan non sarebbe accolto con lo stesso calore di qualche tempo fa. “Sogno di giocare la Champions con i bianconeri” è una frase forte. Troppo anche per il più moderato dei milanisti.