Mister Inzaghi: "Sogno la Champions da allenatore"

Mister Inzaghi: “Sogno la Champions da allenatore”

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Non potrà più far impazzire i tifosi con i suoi gol e le sue esultanze sotto la curva, ma Superpippo Inzaghi, nonostante abbia appeso gli scarpini al chiodo per intraprendere la carriera da allenatore, sa sempre trovare le parole giuste per caricare e rassicurare l’ambiente rossonero.

Da Pinzolo, dove ha condotto il primo allenamento degli Allievi dei Milan, Inzaghi ha speso parole di fiducia e stima nei confronti della dirigenza rossonera, convinto che il suo Milan disputerà comunque una grande stagione: ” Con un presidente come Silvio Berlusconi e un dirigente come il dottor Galliani, il Milan dormirà sonni tranquilli ancora per molti anni. Purtroppo non si può vincere ogni anno, saranno sicuramente mesi difficili quelli che verranno ma sono sicuro che presto torneranno i bei tempi, coma quando abbiamo fatto tre finali di Champions in cinque stagioni”. 

L’attenzione, tuttavia, è chiaramente rivolta al suo primo giorno da Mister, una grande emozione per Superpippo: “Questa mattina ero molto emozionato, onestamente non mi aspettavo un’accoglienza di questo tipo, c’erano davvero tanti tifosi. Preferisco essere chiamato Mister e non più Pippo perché tutti ora mi chiamano così. Tra gli allenatori che ho avuto sicuramente quelli che mi hanno lasciato qualcosa in più sono stati Cagni e Mutti. Anche Ancelotti mi ha insegnato tanto e questa mattina mi ha anche chiamato alle 8.30 per ricordarmi che c’era l’allenamento”.  

Mister Inzaghi ha già le idee chiare su come dovranno giocare i suoi ragazzi: Giocherò con quattro difensori, che è un dogma del Milan, e tre attaccanti quindi sulla carta una squadra molto offensiva. Ho visto due o tre attaccanti molto interessanti nel mio gruppo, ma è difficile individuare un attaccante con le mie caratteristiche”. E da allenatore, come da giocatore, il sogno resta sempre uno, la “Coppa dalle grandi orecchie”: “Il mio sogno da calciatore era quello di vincere la Champions adesso, da allenatore, l’obiettivo è ancora lo stesso, il meglio“. Ti aspettiamo Superpippo, o meglio, Mister Inzaghi!

[wp_show_posts id="531707"]
Preferenze privacy