Allegri risponde ai colleghi scettici: “Ho fiducia nel mio Milan. Infortuni? Solo tre muscolari”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Gli allenatori europei bocciano il Milan in chiave Champions. Ma alla riunione dei tecnici dell’Elite Club Coach Forum, riuniti ieri dall’Uefa a Nyon, c’era anche Massimiliano Allegri che ne ha approfittato per rispondere allo scetticismo generale che aleggia sulla sua squadra: “Il calcio è l’unico sport in cui chi è più debole può battere chi è più forte e la Champions è la competizione dove tutto può succedere, specialmente dopo la fase a gironi: basta una partita giocata male e recuperare diventa quasi impossibile”. La strada verso la finale di Londra di maggio 2013, secondo il Conte Max, sarà durissima, ma non impossibile: “Pur ammettendo che Barcellona e Real Madrid sono fortissime, continuo a sperare che arriveremo in fondo. La Juventus più considerata di noi dagli altri tecnici? Ripeto, la fortuna in questi anni ha mostrato di giocare un ruolo fondamentale. Staremo a vedere”.

Sul capitolo infortuni il tecnico milanista ha la sua chiave di lettura: “Tanti dei nostri infortuni, anche del passato, sono stati di natura traumatica e su quelli nessuno può far niente. Dei sette stop di questa stagione, invece, solo tre sono muscolari: Montolivo rientrerà alla ripresa del campionato o la domenica successiva, ma anche Robinho è quasi pronto e poi c’è Pato che speriamo di recuperare una volta per tutte. Mi sembra che altre formazioni stiano peggio di noi”. Ma Allegri non intende rinunciare ai propri meriti e all’autocritica: “Nelle mie due stagioni passate al Milan abbiamo sbagliato qualcosa solo negli ultimi due mesi dello scorso campionato e speriamo che tutti quei problemi non si ripetano. Rispetto ad allora, però, non ci sono stati stravolgimenti e i metodi di lavori sono più o meno gli stessi perché lo staff medico e quello atletico sono rimasti fondamentalmente invariati”.

Dopo le gare delle Nazionali l’allenatore rossonero dovrà prendere in mano la squadra soprattutto per inserire gli ultimi arrivati, come Pazzini, De Jong e Bojan. Ma ci sono altri obiettivi: “Punto sui ritorni di Mexes e Abate, oltre che sulla definitiva consacrazione di De Sciglio. Dal mercato è uscito fuori un buon Milan che ha fatto acquisti importanti, De Jong è stato solo l’ultimo e sono convinto che ci darà una tanto, ma anche Acerbi sta crescendo”. Infine qualche voto alle concorrenti: “Il Napoli è una pretendente sicura per il titolo, la Roma di Totti e Zeman è un valore importane. La Fiorentina può fare una buona stagione e il Genoa si è potenziato con Vargas e Borriello”. Già, e il Milan? “Ho fiducia nella mia squadra”, chiude e saluta il buon Max.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook