La punta dell’iceberg dalle fondamenta sempre più solide: ecco i nomi del futuro

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
C. Pradelli – Direttore SpazioMilan.it

E’ difficile costruire una casa senza partire dalla base. Ci vuole il terreno. Ci vogliono solide strutture. Serve pazienza. Soprattutto se il progetto finale è quello di dar vita ad una vera e proprio “cantera” sul modello Barcellona, tanto per arrivare subito al sodo. E tanto per fare un esempio a cui tutta l’Europa calcistica guarda, Milan compreso. Ecco allora che la società rossonera nel suo Settore Giovanile può già vantare qualche bel gioiellino, da curare giorno dopo giorno perchè diventi un pezzo importante di quella “linea verde” tanto annunciata quanto sempre molto difficile da tradurre nei fatti. Ci permettiamo così di sottolineare qualche potenziale “asso” nelle mani di Adriano Galliani. Basterà far passare qualche mano e farlo fruttare al momento giusto. Proprio quando si attende per calare il poker.

BRYAN CRISTANTEClasse 1995, Primavera. Esploso con Aldo Dolcetti, è uno dei prodotti migliori delle Giovanili. Centrocampista dal carattere introverso fuori dal campo, prende per mano la squadra con una sicurezza e una classe sempre più crescenti. Non è un caso che Massimiliano Allegri lo tenga d’occhio e gli faccia respirare sempre di più l’aria della prima squadra. E non è un caso che sabato scorso indossasse la maglia numero 10: una circostanza festeggiata con una punizione sublime nella vittoria roboante per 5-1 sul campo del Modena. Seguito anche da Roma, Juventus e addirittura Chelsea.

LUCA VIDOClasse 1997, Allievi Nazionali. E’ una seconda punta dotata di grande fantasia. Formatosi nel calcio a cinque, è poi cresciuto nel Padova per essere quindi scoperto dal Milan. Ha solo quindici anni, ma dopo aver fatto faville nei Giovanissimi, ha svolto la preparazione con gli Allievi e ora è in pianta stabile nella rosa di Filippo Inzaghi. Non è proprio un caso. La scorsa settimana ha ricevuto il premio “La Giovane Italia – I talenti del calcio”.

ANDREA PETAGNAClasse 1995, Primavera. Qualcuno si era preoccupato che con la partenza di Gianmario Comi la squadra di Dolcetti potesse perdere confidenza con la porta avversaria. Ci ha pensato questo gigante di 185 centimetri a rassicurare tutti. Per ora lo score parla di sei gol in otto gare. Ed è già nel giro dell’Under-17 di Zoratto. Ariedo Braida, in occasione dell’ultima visita al Vismara, ha fatto notare: “Visto che bravo?“.

ALESSANDRO MASTALLIClasse 1996, Allievi Nazionali. Capitano della formazione allenata da Pippo Inzaghi, è un classico numero 8 col vizio del gol. Suo il raddoppio nella gara vinta ieri dagli Allievi contro il Sassuolo. Superpippo punta molto su di lui. La fiducia, per ora, è ripagata da prestazione di assoluto livello.

HACHIM MASTOURClasse 1998, Allievi Nazionali (Giovanissimi). La prudenza è d’obbligo, come ha sottolineato anche Adriano Galliani. Ha incantato tutti prima postando un video mentre palleggia con una pallina da tennis, poi con una prestazione fenomenale nei Giovanissimi contro l’Albinoleffe. Entrato nei ranghi di Inzaghi, ha un potenziale spaventoso come classe e capacità di accarezzare il pallone. E’ stato strappato ad una concorrenza molto agguerita. Ne sanno qualcosa dall’altra parte del Naviglio…

DAVIDE DI MOLFETTAClasse 1996, Primavera (Allievi Nazionali). Gli piace giocare come attaccante esterno, è estroso, veloce e dotato di un gran dribbling. Nativo di Sesto San Giovanni, in provincia di Milano, ha fatto tutta la trafila nelle Giovanili rossonere, fin dal 2005. Una prima consacrazione è arrivata recentemente con la Nazionale Under-17 durante le qualificazioni europee in Ungheria.

GIANMARCO DE FEOClasse 1994, Primavera. Affabile fuori dal campo quanto protagonista sul campo con classe e tecnica degne di nota. Ha già segnato gol pesanti e si trova a meraviglia nel 4-3-3 di Dolcetti, essendo predisposto a ricoprire il ruolo di esterno sinistro. Per molti esperti è già pronto per il passaggio in un campionato “che conta”. Ci ha stupito vederlo solo nel quarto d’ora finale sabato a Modena, ma avrà tempo e modo per rifarsi alla grande.

Twitter: @Chrisbad87

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook