Troppi cambi di modulo, Silvio infuriato. UPDATE – Galliani: “Pace fatta con Max, ma i 5 mediani…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il primo tempo di Palermo ha messo di cattivo, cattivissimo, umore il patron rossonero Silvio Berlusconi. E nonostante il pareggio finale, il Cavaliere non avrebbe digerito le scelte operate da Massimiliano Allegri per la formazione iniziale scesa in campo ieri sera al Barbera.

Secondo indiscrezioni ben riferite dal quotidiano La Repubblica, i cambiamenti tattici e, guarda caso, lo schieramento un po’ troppo difensivo, non sono andati giù all’ex premier. Al punto che Berlusconi avrebbe chiamato Galliani per esprimere tutto il suo disappunto per le scelte dal primo minuto, per i troppi cambi in corso, per essere troppo aggrappati ad un solo giocatore, El Shaarawy, che ha solo vent’anni. E l’amministratore delegato di via Turati ha preferito non rilasciare dichiarazioni nel dopo-gara.

C’è di più. Dopo le parole di sabato scorso (“Il Milan è bisognoso di cure, ma non me ne posso occupare“), il tecnico toscano, prima di volare a Palermo, aveva indirettamente replicato che “i giocatori stanno dando il massimo”. Quasi a dire, si fa quel che si può con la rosa a disposizione.  Sembra che all’allenatore siano arrivati duri rimproveri. Accompagnati dall’imperativo di vincere il più possibile per riavvicinarsi alle zone “remunerative” dell’Europa. Ma a questo punto può succedere di tutto.

UPDATE (11.45) – Adriano Galliani a Gazzetta.it ha nuovamente dato fiducia ad Allegri, ma puntualizzando con fermezza: “Abbiamo chiarito due o tre cose e abbiamo fatto pace. Ma il presidente Berlusconi non c’entra, il presidente è sereno. Lo sento tutti i giorni e conosco bene il suo umore. So che cosa pensa. Ma io non ho bisogno di sollecitazioni: mi arrabbio da solo. E mi arrabbio quando vedo cinque mediani”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook