La verità di Mexes: “Non ho mai pensato di lasciare il Milan”

La rinascita del Milan coincide anche con quella di Philippe Mexes, il difensore salito alle cronache per la prodezza balistica contro l’Anderlecht in Champions. Quando una rovesciata ti cambia la storia: da possibile partente il classe ’82 è diventato in pochi giorni il vero insostituibile della difesa rossonera.

La ritrovata condizione psico-fisica ha riportato alla luce “il problema” Mexes in patria. Con la nazionale il rapporto non è mai stato dei migliori: tante esclusioni, troppe delusioni e una quantità infinita di critiche. Le ultime quelle del neo ct Deschamps che in estate aveva parlato di un Mexes fuori forma e desideroso di cambiare aria.

L’intromissione non deve essere piaciuta al biondo centrale che a L’Equipe ha specificato: “Deschamps deve smettere di parlare di me e di dire che non mi convoca finché non sto bene. Lui non sa niente di me, non ho parlato con lui e invece si permette di dire cose che non hanno niente a che fare con la Nazionale. Non è assolutamente vero che volevo lasciare il Milan, io voglio stare qui e battermi per lasciare un segno del mio passaggio a Milano”. Per un rapporto che inizia, quello col Milan, uno finito ai minimi storici.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy